L’euro NCAP e il dibattito sui touchscreen nell’automotive: prospettive e criticità

L’euro NCAP e il dibattito sui touchscreen nell’automotive: prospettive e criticità
Euro NCAP

Il settore automobilistico ha assistito a un salto tecnologico significativo con l’introduzione dei touchscreen nei cruscotti delle vetture moderne. Queste interfacce, che richiamano l’esperienza d’uso degli smartphone, hanno il vantaggio di centralizzare molteplici funzionalità in un unico dispositivo “all in one”, migliorando l’efficienza e la familiarità con le tecnologie digitali. Il touchscreen è diventato un punto di riferimento per l’accesso alle informazioni e il controllo delle varie funzioni del veicolo, dalle mappe di navigazione ai sistemi multimediali, dalla regolazione del clima alle impostazioni di guida.

L’allarme sulla sicurezza di Euro NCAP

Nonostante il crescente entusiasmo per i touchscreen, Euro NCAP, l’autorità di riferimento nella valutazione della sicurezza automobilistica in Europa, esprime preoccupazione per l’impatto di questi dispositivi sulla concentrazione dei conducenti. Secondo i loro studi, concentrare un eccessivo numero di comandi nei touchscreen può aumentare il rischio di distrazione alla guida, mettendo a repentaglio la sicurezza stradale. Di conseguenza, Euro NCAP sta elaborando nuovi criteri di valutazione che favoriscano l’impiego di comandi fisici, per ridurre il pericolo di distrazione.

La direzione futura secondo Euro NCAP

In risposta a tali preoccupazioni, Euro NCAP si appresta a imporre linee guida che obblighino i produttori di auto a fornire comandi fisici per almeno cinque funzioni cruciali come gli indicatori di direzione e le luci di emergenza. Questa iniziativa intende promuovere un’interazione più diretta e meno distrattiva tra l’automobilista e le funzionalità del veicolo, incrementando quindi la sicurezza al volante.

Il divergente approccio di Tesla

Contrastando il coro critico, Elon Musk, CEO di Tesla, ha implementato una filosofia di design distintiva con un elevato grado di centralizzazione delle funzioni sul touchscreen, come dimostrato dalla Tesla Model 3. Questo modello è emblematico per l’assenza quasi totale di comandi fisici tradizionali, con il touchscreen che diviene l’epicentro della gestione delle operazioni automobilistiche. Le nuove direttive di Euro NCAP potrebbero quindi rappresentare uno scontro ideologico con la visione di futuro proposta da Tesla.

Le sfide ergonomiche e di sicurezza

Oltre a Euro NCAP, anche altre associazioni come l’American Automobile Association hanno messo in evidenza i rischi legati alla diffusione dei touchscreen. Questi dispositivi pongono degli interrogativi in termini di complessità d’uso e necessità di distogliere lo sguardo dal traffico, circostanze non ideali per la sicurezza del conducente.

I cambiamenti dei produttori auto

Alcuni costruttori stanno già modificando la loro strategia di prodotto a fronte delle criticità sollevate. Marchi come Skoda, Toyota e Ineos stanno implementando maggiori possibilità di personalizzazione e riconoscendo l’importanza dei comandi fisici. Il focus è rivolto a trovare un equilibrio tra innovazione tecnologica e necessità di sicurezza e praticità.

Lo scenario futuro dei touchscreen

Il dibattito sull’applicazione dei touchscreen nelle automobili è lungi dall’essere concluso. L’industria è divisa tra chi predilige un’esperienza utente totalmente digitale e chi, al contrario, vede nei comandi fisici un elemento irrinunciabile per la sicurezza alla guida. L’elemento unificante di tutte le visioni è comunque l’imperativo di una guida sicura, libera da distrazioni e rischi non necessari.