Renzo Arbore ritorna in TV: il nuovo progetto in arrivo

Renzo Arbore ritorna in TV: il nuovo progetto in arrivo
Renzo Arbore

Renzo Arbore, il leggendario volto della televisione italiana, sta per fare il suo atteso ritorno sul piccolo schermo. A partire dal 4 gennaio, sarà il protagonista di “Appresso alla musica: Premiata bottega di antiquariato musicale di Renzo Arbore”, una serie di venti episodi che esplorerà la storia della musica italiana e internazionale della seconda metà del Novecento. Questo affascinante viaggio musicale, condotto insieme a Gegè Telesforo, sarà trasmesso su Rai2 alle 23.15.

Renzo Arbore: una prospettiva retrospettiva

In un’esclusiva intervista, Renzo Arbore ha sottolineato la sua lunga storia con la televisione e il suo impegno per una programmazione che duri nel tempo. Il suo primo programma nostalgico, “Cari amici vicini e lontani”, realizzato per celebrare i 60 anni della radio, è stato pioniere di un genere che oggi è diventato di moda. Arbore consiglia sempre di guardare alla TV del passato, poiché lì sono state gettate le fondamenta della TV di qualità.

Televisione Jam Session: jazz e improvvisazione

Parlando del suo approccio creativo, Arbore ha parlato della sua volontà di scardinare i tradizionali criteri televisivi. Ha introdotto il concetto di “televisione jam session”, un’idea basata sull’improvvisazione ispirata al jazz. Questo ha portato alla creazione di programmi iconici come “Indietro Tutta” e “Quelli della Notte”. Secondo Arbore, conoscere la storia della TV è fondamentale per innovare e creare, e ha enfatizzato l’importanza delle fondamenta e delle rivoluzioni televisive passate.

Renzo Arbore: una critica alla TV odierna

Tuttavia, Arbore ha espresso preoccupazione per la direzione che la televisione ha preso nel ricordare il suo passato. Ha criticato il focus eccessivo sulle teche, sottolineando la necessità per la Rai di mostrare di più la TV del passato, incoraggiando percorsi che stimolino la creatività degli attuali creatori televisivi, piuttosto che l’acquisto di format stranieri.

Renzo Arbore
Renzo Arbore

Colleghi di vita e lavoro

Parlando del suo processo creativo, Arbore ha evidenziato il ruolo fondamentale di Ugo Porcelli, un collaboratore di lunga data. Ha elogiato la sua praticità e la sua capacità di giudicare ciò che funziona e ciò che no. Gegè Telesforo, definito il suo “maieuta”, è stato descritto come un compagno insostituibile con il quale Arbore condivide la passione per la TV e la musica.

Renzo Arbore: le riflessioni sul presente e il futuro della televisione

Sull’attuale panorama televisivo, Arbore ha riconosciuto l’importanza di seguire le nuove tendenze attraverso internet, evidenziando il suo impegno continuo attraverso “Renzoarborechannel.tv”. Riguardo alle offerte ricevute nel corso degli anni, ha confermato che anche il Cavaliere Berlusconi lo ha corteggiato, ma lui ha sempre scelto di rimanere fedele alla Rai.

Renzo Arbore: un addio doloroso e un nuovo inizio

Nel corso dell’intervista, Arbore ha condiviso un momento personale difficile: l’addio all’Orchestra Italiana nel 2021 per ragioni legate all’età. Nonostante il dolore, ha sottolineato il contributo straordinario dell’orchestra nel portare la canzone napoletana in giro per il mondo e nel recuperare un patrimonio musicale dimenticato.

Il futuro di Renzo Arbore in TV

Guardando al futuro, Arbore si è detto aperto a nuove opportunità televisive, auspicando di essere coinvolto nei festeggiamenti per i 70 anni della Rai e i 100 anni della radio. Ha concluso la conversazione sottolineando che sia la TV che la radio possono essere forme d’arte e che la cultura può coniugarsi con la televisione. Il suo desiderio è che la televisione possa continuare a essere un mezzo artistico, portatore di cultura e intrattenimento di qualità per il pubblico italiano.