Le conclusioni di Euro NCAP: bilanciare sicurezza e dimensioni delle automobili

Le conclusioni di Euro NCAP: bilanciare sicurezza e dimensioni delle automobili
Euro NCAP 2023

Nel mondo dell’automotive, la sicurezza è una priorità assoluta, e i risultati più recenti di Euro NCAP gettano una luce intensa sull’evoluzione in atto. In particolare, abbiamo assistito a un’inesorabile crescita delle dimensioni e del peso dei veicoli. La propensione dei consumatori verso automobili più grandi, in simbiosi con la transizione verso la mobilità elettrica, ha portato a questo cambiamento nel panorama auto. Questa tendenza si riflette sulle bilance, con la maggior parte delle vetture in esame che superano le due tonnellate di peso. Solo tre veicoli tra gli undici testati restano al di sotto di questa soglia. La Smart #3 emerge come un’eccezione, rappresentando la categoria delle auto compatte.

Prestazioni nei crash test: eccellenza e punti deboli

Analizzando i risultati dei crash test, la Volkswagen ID.7 si è guadagnata l’ammirazione dei critici, raggiungendo un punteggio di cinque stelle e un’encomiabile percentuale del 95% nella protezione degli adulti, uno dei punteggi più elevati del 2023. Non lontano si trova la nuova BMW Serie 5, che si è distinta per una protezione degli adulti ragguardevole, sebbene abbia ricevuto valutazioni meno lusinghiere riguardo ai suoi sistemi di assistenza alla guida.

La Mercedes-Benz EQE SUV ha sfoggiato la sua superiorità in termini di assistenza alla guida, mentre i modelli BYD, sia la Tang che la Seal-U, hanno dimostrato ottime performance di sicurezza per adulti e bambini. La Kia EV9 ha confermato il suo impegno nella sicurezza infantile e nei sistemi di assistenza alla guida con un punteggio di cinque stelle. Anche la Xpeng G9 ha superato le aspettative, con un bilanciato punteggio nella protezione sia degli adulti che dei più piccoli. La Smart #3, proveniente dalla Cina grazie alla Geely, ha brillato nella protezione degli adulti.

Alcune vetture, tuttavia, hanno mostrato vulnerabilità. La Honda ZR-V e la Hyundai Kona non hanno superato la soglia delle quattro stelle, con quest’ultima che ha rischiato di precipitare a tre stelle per il suo modesto punteggio nei sistemi di assistenza alla guida.

Riflessioni finali da Euro NCAP

Michiel van Ratingen, Segretario generale di Euro NCAP, non manca di evidenziare una realtà spesso sottovalutata: un veicolo più pesante non è per definizione più sicuro. Se da un lato l’incremento dimensionale è spinto dalle tendenze di mercato e dall’espansione delle batterie elettriche, dall’altro implica un minore rendimento energetico e un potenziale pericolo nei confronti di veicoli più piccoli e utenti vulnerabili della strada. Nonostante ciò, l’impegno dei costruttori nell’adeguarsi ai nuovi standard di sicurezza è palpabile. Delle undici auto sottoposte a prova, ben otto hanno conquistato le ambite cinque stelle, rivelando un’enfasi crescente sulla sicurezza nell’industria automobilistica. Questi risultati rappresentano un chiaro segnale: i produttori sono sulla strada giusta per garantire che le nostre strade siano sempre più sicure.