L’esplosione di Soulé: da pepita a tesoro, la Juventus chiede 40 milioni

L’esplosione di Soulé: da pepita a tesoro, la Juventus chiede 40 milioni
Soulè (Instagram)

Nel mondo del calcio è bene tenere gli occhi bene aperti, perché ogni tanto appare una pepita d’oro che fa brillare gli scout e i tifosi. Matias Soulé, gioiello argentino in forza al Frosinone, sta vivendo una stagione da sogno. I suoi numeri parlano chiaro: 10 gol e 2 assist che hanno contribuito non soltanto alla sua crescita personale, ma anche al bene della Juventus, proprietaria del suo cartellino.

Il valore del ragazzo è schizzato alle stelle, tanto che i 25 milioni offerti a gennaio dall’Al-Ittihad sembrano ormai un ricordo lontano. La quotazione attuale di Soulé si aggira intorno ai 40 milioni di euro, una cifra che riflette l’eccezionale impatto che ha avuto in questa stagione.

Un applauso va sicuramente al mister Eusebio Di Francesco, che ha saputo creare l’ambiente perfetto per permettere a Soulé di esprimere tutto il suo talento. L’allenatore ciociaro ha giocato un ruolo fondamentale nel valorizzare le qualità dell’argentino, mettendolo in condizioni di eccellere e attirare su di sé gli occhi attenti dei grandi club.

All’interno del quartier generale della Juventus, la situazione Soulé è argomento di grande interesse. Le prossime settimane saranno dense di incontri e riflessioni, con un confronto già in agenda con l’agente del giocatore per discutere dell’interesse manifestato da numerose squadre.

Soulè ha molti estimatori in Europa

La strategia della Vecchia Signora potrebbe orientarsi verso una cessione al miglior offerente, con l’obiettivo di reinvestire il ricavato per rafforzare altre aree del campo. Questa mossa è in parte dettata anche dalla volontà di puntare su Yildiz per il futuro.

Ma non è solo la Juventus a riflettere sul futuro di Soulé. In Inghilterra, il Southampton sta pianificando il proprio ritorno in Premier League e immagina di accogliere Soulé tra le sue fila, offrendo ai suoi tifosi un motivo in più per esultare. Crystal Palace, Newcastle e Aston Villa sono altri club interessati, consapevoli che servirà un investimento importante, vicino ai 40 milioni, per convincere la Juventus a lasciar partire la sua stella.

Non finisce qui, perché anche in Italia c’è chi tiene d’occhio l’argentino. Il direttore sportivo del Napoli, Cristiano Giuntoli, sta valutando una strategia che potrebbe includere Soulé in una trattativa per abbassare la richiesta dell’Atalanta per Koopmeiners. Una mossa complessa, che dimostra quanto il calciatore sia diventato un pezzo pregiato nel complesso scacchiere del mercato calcistico.

Soulé, con le sue giocate e i suoi gol, ha acceso i riflettori su di sé e ora il calcio sta a guardare per capire quale sarà la sua prossima destinazione. Nel frattempo, a Frosinone, si godono il loro diamante grezzo, che partita dopo partita, sta dimostrando di essere una vera e propria pepita d’oro.