Il design audace della nuova Fiat Multipla: un omaggio al futuro

Il design audace della nuova Fiat Multipla: un omaggio al futuro
Fiat Multipla

La Fiat Multipla, un’autentica icona del design automobilistico italiano, è pronta a scrivere un nuovo capitolo nella sua storia. L’annuncio del suo ritorno è accompagnato da un’evoluzione significativa: il monovolume che ha segnato un’epoca si trasforma in un SUV di segmento C, assumendo un ruolo chiave nella ristrutturazione della gamma Fiat. Si appresta a sostituire modelli come la Fiat Tipo e la 500X, rivelando un cambio di rotta strategico per il brand torinese. La decisione di mantenere il nome “Fiat Multipla” non è un mero esercizio nostalgico, ma una dichiarazione di intenti: riconnettere il prestigio storico a un futuro innovativo e coraggioso.

Design e dimensioni del nuovo suv

Il linguaggio stilistico del rinnovato Multipla rispecchia una filosofia di design orientata verso l’innovazione senza tralasciare l’eredità del passato. I rendering non ufficiali firmati da Kleber Silva rivelano un veicolo dalle dimensioni imponenti—lunghezza oscillante tra i 440 e i 450 cm—con una rilevante altezza da terra che enfatizza il suo spirito SUV. Un frontale decisamente dominante si caratterizza per una griglia a nido d’ape che incornicia con orgoglio il simbolo di Fiat, mentre l’aggressività è accentuata da fari affusolati. La silhouette è definita da una linea di cintura elevata e da fiancate robuste, che confluiscono in un posteriore dominato da un lunotto inclinato e luci posteriori collegate da un elemento cromato, segnando un equilibrio tra estetica e funzionalità.

Spazi interni e propulsione elettrica

Internamente, la nuova Multipla promette un ambiente spazioso, configurato per accogliere comodamente cinque o sette occupanti. Il vano bagagli si preannuncia capiente, oltrepassando i 500 litri, e modulabile grazie alla possibilità di reclinare i sedili posteriori. L’architettura su cui si basa il veicolo è la piattaforma STLA Medium di Stellantis, che consente una propulsione completamente elettrica. Il portfolio di motorizzazioni spazia tra un’opzione base da 135 CV e 400 km di autonomia e un’alternativa più potente da 200 CV, capace di superare i 500 km con una singola carica. La trazione integrale sarà garantita dall’adozione di due motori elettrici.

Posizionamento di mercato e aspettative

Con una politica di prezzo che mira ad essere particolarmente competitiva, la Fiat Multipla si prepara a entrare sul mercato con un punto di partenza inferiore ai 30 mila euro per la versione elettrica. Tale strategia si allinea con le necessità di un pubblico alla ricerca di soluzioni eco-compatibili e finanziariamente accessibili. Nonostante l’incertezza su un’eventuale variante ibrida, la Multipla si propone come una soluzione versatile e attrattiva per le famiglie contemporanee. L’anticipazione della presentazione ufficiale è fissata per il 2026, ma le prospettive divulgate sono sufficienti a generare aspettative e speculazioni nell’ambiente automobilistico. La nuova Fiat Multipla si appresta dunque a rinnovare non solo il portfolio del marchio, ma anche a influenzare l’intero settore automotive italiano.