Calzona alla guida: una nuova era per il Napoli con ambizioni rinnovate

Calzona alla guida: una nuova era per il Napoli con ambizioni rinnovate
Calzona

Nel panorama del calcio italiano, un nuovo nome è pronto a emergere tra le file del Napoli. Si tratta di Francesco Calzona, un tecnico non ancor ben noto ai più, ma con un bagaglio di esperienza e una conoscenza delle dinamiche partenopee che non possono essere sottovalutate. Questo allenatore, che attualmente guida anche la nazionale slovacca, è stato scelto dal presidente Aurelio De Laurentiis per portare avanti il progetto azzurro dopo l’esonero di Rudi Garcia e la sostituzione temporanea di Walter Mazzarri.

Calzona ha già un’esperienza significativa a Napoli, avendo lavorato come assistente sia con Maurizio Sarri che con Luciano Spalletti. Questa familiarità con l’ambiente e la sua capacità di interpretare le esigenze del gioco moderno lo rendono una scelta intrigante. Inoltre, la simbiosi con una figura carismatica come Marek Hamsik, bandiera indiscussa del club partenopeo, non può che essere un valore aggiunto alla sua leadership tecnica.

Francesco Calzona ha iniziato il suo percorso come allenatore in maniera umile, guidando squadre minori in Umbria e Toscana, mentre si guadagnava da vivere come venditore ambulante di caffè. La sua carriera ha subito una svolta quando Maurizio Sarri lo ha scelto come suo vice all’Avellino, un ruolo che Calzona ha poi ricoperto in tutte le successive esperienze del tecnico toscano, fino a raggiungere i riflettori del calcio di alto livello a Napoli.

Calzona pronto a sostituire Mazzarri sulla panchina del Napoli

Nonostante un distacco dal club con l’addio di Sarri, i legami con il Napoli si sono presto rafforzati grazie alla collaborazione con Luciano Spalletti.

Il suo percorso ha preso una svolta ancora più affascinante quando andò a guidare la nazionale slovacca da Hamsik. Contro ogni previsione, è riuscito a portare la squadra alla sua prima qualificazione a un campionato europeo, dimostrandosi un tecnico capace di superare le aspettative.

In termini di filosofia di gioco, Calzona si avvicina a un approccio offensivo e dinamico, prediligendo un sistema 4-3-3 che ricorda quello di Spalletti piuttosto che le complesse trame di gioco di Sarri. Pur dimostrandosi flessibile e pragmatico, il nuovo allenatore del Napoli non nasconde la sua predilezione per il gioco d’attacco e l’importanza di un calcio di qualità, sottolineando sempre l’importanza dell’equilibrio e la capacità di adattarsi alle circostanze della partita.

Ora, con l’inizio della stagione 2023/24 e la sfida ardua di portare il Napoli al successo contro avversari del calibro del Barcellona in Champions League, Calzona sarà chiamato a dimostrare la sua abilità tattica e la profondità della sua conoscenza calcistica. Questo terzo tentativo per il Napoli di centrare gli obiettivi stagionali sarà senza dubbio seguito con grande attenzione da tifosi e addetti ai lavori.