WhatsApp, via ai servizi a pagamento: ecco per chi

Dopo aver lanciato la versione Business, per le aziende, WhatsApp ora vuole iniziare a monetizzare. L’applicazione di proprietà di Mark Zuckerberg ha lanciato una serie di servizi dedicati alle aziende, che farà pagare. La chat permetterà alle società di integrare la messaggistica con il proprio sito e la propria app in modo da comunicare con i clienti. Ma la peculiarità è che il servizio sarà gratuito solo se l’azienda risponderà alla sollecitazione del cliente entro le 24 ore. Se lo farà dopo sarà soggetta al pagamento di un importo che al momento non è specificato ma, secondo alcune fonti, dovrebbe aggirarsi tra 0,01 e 0,09 dollari a messaggio inviato. Se dopo la risposta dell’azienda, il cliente risponderà ulteriormente, l’azienda sarà costretta a rispondere ancora. La particolarità è che dovranno essere i clienti ad innescare la conversazione.

La funzione potrà essere usata per inviare messaggi rilevanti e non promozionali, come la conferma della spedizione di un prodotto o l’emissione di una carta d’imbarco. Anche in questo caso ci sarà un prezzo da pagare per messaggio recapitato. a versione business di WhatsApp è stata lanciata a gennaio corso ed è dedicata alle attività commerciali. La chat, globalmente, ha 1,5 miliardi di utenti è stata acquistata da Facebook nel 2014 per 19 miliardi di dollari. Insieme ad Instagram è la piattaforma su cui Zuckerberg sta investendo di iù visto che Facebook inizia a mostrare segnali di cedimento.

Fonte

0
0
0
Total
0
Leggi altro:
Usa, donna con tumore ovaie vince causa contro J&J 417 mln per 'talco killer'
Usa, donna con tumore ovaie vince causa contro J&J: 417 mln per ‘talco killer’

Chiudi