Incollato al videogame per 6 giorni, 19enne soccorso: “aveva i piedi in putrefazione”

Entrerà sicuramente a pieno titolo nel Guinnes dei primati un giovane cinese rimasto incollato davanti allo schermo di un pc per ben sei giorni di fila. Purtroppo, per lui il “record” ha avuto dei risvolti alquanto inquietanti.

Il giovane 19enne, come riporta Metro, era fuggito di casa andandosi a “rifugiare” in un internet cafè, in modo da poter giocare al suo videogame online preferito, senza subire nessuna interruzione da parte dei genitori.

Il ragazzo è rimasto attaccato al pc per giorni e giorni, senza mangiare, senza dormire e alzandosi, rarissimamente, soltanto per espletare i bisogni corporali più impellenti. Dopo tutto quel tempo passato a giocare i suoi piedi hanno iniziato a decomporsi emettendo anche uno sgradevole odore.

Probabilmente, dopo essere stato allontanato dall’internet caffè, il 19 enne è stato ritrovato che girovagava nei pressi dell’anello ferroviario a Hangzhou, in Cina. I medici che lo hanno soccorso e prestato le prime cure, gli hanno diagnosticato una gravissima infezione ai piedi.

Rintracciati i genitori, che non avevano avuto notizie del figlio da quando, 6 giorni prima, era scomparso, i medici gli hanno riferito che lo stato di putrefazione avanzata in cui si trovavano i piedi del figlio, avrebbe anche potuto ucciderlo.

C’è chi con la sua “passione” smodata per i videogame rischia di morire per un’infezione e chi riesce a guadagnarci una somma di denaro spropositata, come un uomo che ha venduto i suoi videogame per una cifra FOLLE!

Incollato al videogame per 6 giorni, 19enne soccorso: “aveva i piedi in putrefazione”

loading...