Vede bagnante in difficoltà, disabile getta le stampelle e lo salva: “Nemmeno un grazie”

L’episodio raccontato dal protagonista del salvataggio costretto da anni a vivere con le stampelle per un incidente stradale : “Nemmeno un grazie. A volte mi domando: siamo connessi?

“Lo rifarei altre cento volte. Quell’uomo rischiava di annegare, era in difficoltà, ma mi aspettavo almeno un gesto di riconoscenza. Ora provo solo amarezza”, così Francesco Delpiano, cinquantenne nuorese, racconta al quotidiano locale L’Unione Sarda il suo gesto di altruismo che ha permesso di salvare nei giorni scorsi un uomo dalle acque della Sardegna ma concluso in una maniera che non si aspettava.

L’episodio martedì scorso nelle acque davanti all’isola di Tavolara, in provincia di Olbia. Una giornata come le altre con il mare un po’ mosso ma interrotta improvvisamente dalle urla di un uomo in mare e da quelle della sua famiglia.

Vede bagnante in difficoltà, disabile getta le stampelle e lo salva “Nemmeno un grazie”

“Una donna correva disperata, insieme a una bambina l’istinto è mio compagno, da sempre, e mi sono tuffato” ha raccontato Delpiano. L’ex ingegnere si è sbarazzato delle stampelle che lo accompagnano da quanto ha avuto un terribile incidente anni fa e ha riportato a riva il bagnante in difficoltà. Poi l’inattesa scena.

“Con poche bracciate ho soccorso quell’uomo di mezza età, dall’accento laziale. L’ho tranquillizzato e trascinato per cento metri fin dove toccava. La moglie e la bambina, terrorizzate, lo hanno preso in consegna. Poi, lui si è diretto verso il suo ombrellone, come se niente fosse” ha ricostruito Delpiano che dopo i danni permanenti di un incidente stradale è rinato proprio con il nuoto.

“Nemmeno un grazie. A volte mi domando: siamo connessi? Che società è questa, che valori? Parlo così perché tantissimi anni fa ho rischiato di morire, in acqua, a Cala Mariolu. In quella circostanza sono stato salvato da un uomo, Giuseppe Ciusa: non smetterò mai di ringraziarlo. Gli sarò sempre grato” ha concluso Delpiano.

Fonte