Usa, coppia uccide 22enne incinta per rubarle la bambina che aveva in grembo

La vittima gettata nel fiume, la coppia di vicini trovata con la neonata in casa: hanno indotto il parto per prendersi la bimba.

Volevano diventare a tutti i costi genitori ma non potendo avere figli hanno pensato di attirare in una trappola la loro vicina incinta e infine l’hanno uccisa per rubarle la bimba che aveva in grembo.

La macabra verità sulla morte della 22enne Savanna LaFontaine-Greywind, scomparsa il 19 agosto scorso, è emersa solo oggi dopo che la coppia di vicini arrestata nelle scorse ore ha confessato  il brutale delitto.

Usa, coppia uccide 22enne incinta per rubarle la bambina che aveva in grembo

Il corpo senza vita della giovane, incinta di 8 mesi, è stato rinvenuto per caso domenica scorsa rinchiuso in un sacco di plastica nero gettato nelle acque di un fiume ad Harwood, nei pressi di Fargo, nello stato del Dakota del Nord, non lontano dalla sua casa. 

Le indagini degli inquirenti, avviate nelle ore precedenti erano però già arrivate molto vicine alla soluzione del caso. Contemporaneamente infatti erano stati  arrestati i due vicini di casa della vittima, nel cui appartamento sarebbe stata vista l’ultima volta Savanna.

Si tratta del 32enne William Hoehn e dalla 38enne Brooke Crews. In casa dei due la polizia aveva trovato una piccola neonata venuta al mondo da poche ore  mentre nel ventre della 22enne non vi era più traccia della bimba.

La coppia nelle prime ore ha cercato di sostenere che era la loro figlia ma, dopo diversi interrogatori, i due fermati hanno cambiato versione due volte raccontando che la 22enne la aveva lasciata volontariamente a loro prima di scomparire e infine hanno confessato che effettivamente avevano sottratto la piccola alla malcapitata prima di ucciderla.

I due avrebbero attirato la vittima inducendole il parto con alcuni farmaci prima di ucciderla e gettarla nel fiume. Fortunatamente la bimba è sopravvissuta ed è in buona salute.

Fonte