Un senzatetto le chiede di abbassare la musica nella sua Porsche per poter dormire, lei gli spara

La donna era già stata arrestata nel 2016 per aggressione. Il clochard lotta ancora tra la vita e la morte in ospedale

Erano le 3 di notte di sabato sera e Gerald Melton, un senzatetto di Nashville (Tennessee), stava cercando di dormire in una strada vicino al locale Music Row quando il suo sonno è stato disturbato da una Porsche parcheggiata sul luogo.

Tra i fumi dello scarico e la musica ad altissimo volume che attraversava i finestrini dell’autovettura, per il senzatetto era davvero impossibile riposare in pace e per questo l’infuriato 54enne si è avvicinato alla macchina per chiedere alla sua conducente di allontanarsi.

Ma, dopo averlo minacciato, la donna ha estratto la sua pistola e gli ha sparato.

Come riporta il Washington Post, la 26enne Katie Quackenbush ha fatto fuoco per ben due volte contro l’uomo (ferendolo allo stomaco), dopo un’accesa discussione iniziata quando la ragazza era ancora dentro l’abitacolo.

“I suoi volevano essere solo colpi di avvertimento” ha detto il padre di Katie alla stampa, cercando di giustificare il gesto della figlia. “Per questo ha sparato a occhi chiusi e non sapeva che i proiettili avessero raggiunto l’uomo”.

Katie Quackenbush
Katie Quackenbush

Una volta fermata dalla polizia – dopo due settimane dal fatto (avvenuto il 28 agosto), la ragazza ha prima raccontato agli inquirenti un’altra versione dei fatti, secondo cui il clochard stava molestando delle donne nel momento in cui lei si è fermata nella strada della tragedia; Katie avrebbe fatto fuoco per proteggerle. Successivamente, tuttavia, è emersa un’altra verità e la ragazza ha deciso di collaborare con la giustizia.

Attualmente la 26enne è accusata di tentato omicidio, ma è fuori dal carcere dopo che i familiari hanno pagato per lei una cauzione di circa 25 mila dollari. L’uomo, invece, è ancora ricoverato all’ospedale Vanderbilt University Medical Center ed è in condizioni critiche.

Katie, aspirante cantante, era già nota alle forze dell’ordine ed era già stata arrestata in passato in connessione ad altri episodi di violenza.

Nel dicembre del 2016, la Quackenbush aveva passato un periodo in galera dopo aver aggredito una donna con una bottiglia rotta e per tale episodio non è stata ancora giudicata dalla corte del Tennessee. Quattro anni prima, invece, era stata la protagonista di un’altra aggressione, stavolta domestica.

Fonte