Turista russa partorisce a Trento: conto da 18mila euro

Un conto da 18mila da pagare alla sanità trentina per il parto del loro figlio, nato prematuro mentre erano in vacanza a Moena. Dovrà pagarlo una coppia di turisti russi in vacanza in Trentino a febbraio, perché l’assicurazione turistica non copre le spese del parto. Nonostante le buone condizioni di salute, il bimbo è ancora ricoverato in ospedale. E questo fa lievitare le spese.

Nello specifico si tratta di 3mila euro solo per il parto e 15mila per la degenza in ospedale. Secondo quanto raccontato da una televisione locale, la coppia starebbe pensando di richiedere un permesso di soggiorno, pratica però possibile solo alla scandenza del visto turistico.

Fonte: Tgcom

Leggi altro:
Ecco il giudice che utilizza “l’occhio per occhio, dente per dente” nelle sentenze contro chi maltratta gli animali. Il suo ultimo processo, sta già facendo il giro del web

Chiudi