Torturava un cucciolo. Condanna esemplare a 55 anni di carcere

Esemplare la condanna che i giudici hanno inflitto Radoslaw Czerkawsky, un immigrato polacco residente negli USA. L’uomo è stato condannato a a 55 anni di carcere: cinque anni per ognuno degli 11 capi d’accusa. Una sentenza che dire storica è poco. Czerkawsky si era dichiarato non colpevole. Gli è stato ritirato il passaporto, la cauzione è stata fissata a 500.000 dollari.

Ma veniamo ai fatti: l’uomo era stato accusato di aver torturato fino alla morte un cane di nome Doe. Come riporta Il Messaggero, il veterinario dove era stato portata la povera creatura era rimasto sconvolto. Il cane presentava ferite profonde, lividi, tagli, ustioni e tante ossa rotte. Il medico non ha potuto fare altro che porre fine alle sofferenze dell’animale. Il dottore ha dichiarato poi ” che solo un folle poteva aver infierito con tanta crudeltà su quel povero cane”.

Radoslaw Czerkawsky condannato a 55 anni di carcere

Il caso ha avuto un’altra particolarità, le indagini della polizia sono state effettuate con tutti i crismi del caso, proprio come se si stessero cercando le prove per incastrare un serial killer. Infatti, gli agenti della scientifica hanno raccolto tracce di peli e di sangue nella casa del sospettato e si sono accertati, tramite i test del DNA, che fossero effettivamente del povero Doe.

Una volta appurata la corrispondenza del DNA, l’uomo è stato processato e condannato a quella, che speriamo, sia una condanna che i governi di tutto il mondo prendano ad esempio onde legiferare pene sempre più severe per chi si renda responsabile di queste scelleratezze.

Torturava un cucciolo. Condanna esemplare a 55 anni di carcere

Qui il video di persone che meriterebbero una bella condanna, questa “povera gente” abbandona un cagnolino per strada, e lui ignaro della loro crudeltà, li rincorre a perdifiato.