Lo spot che ha fatto smettere di fumare 100mila persone

«Sono Terrie, ed ero una fumatrice». Inizia così lo scioccante spot televisivo che il Centers for Disease Control and Prevention ha lanciato nell’ambito di una massiccia campagna anti-fumo su tutte le emittenti televisive degli Stati Uniti.

La campagna è stata così persuasiva che hanno stimato che, dopo la visione, avrebbe fatto smettere di fumare almeno centomila americani, spaventati dalla eventualità di poter diventare, un giorno, come la donna protagonista di questo spot.

Protagonista di questo SPOT SHOCK è Terrie, che ha cominciato a fumare alla tenera età di 13 anni, e oggi vuole dare alcuni consigli ai fumatori per «iniziare la giornata»:

smettere di fumare

“Sono Terrie, ed ero una fumatrice. Voglio darvi alcuni consigli per essere pronti alla mattina. Prima la dentiera, poi la parrucca, poi l’aggeggio per avere le mani libere. E poi siete pronti per la giornata.”

La voce è stentata e roca, per poter parlare deve prima tappare con un pollice il buco lasciato dalla laringectomia, molto probabilmente praticata a causa di un cancro alla gola.

CENTOMILA FUMATORI IN MENO –  Il quotidiano elvetico Le Matin, ha snocciolato sulle sue pagine i numeri che hanno caratterizzato questa campagna scioccante del Centers for Disease Control and Prevention: 54 milioni sono i dollari spesi per realizzare e diffondere massicciamente lo spot sui maggiori network televisivi; 1,6 milioni gli incalliti fumatori americani persuasi a fare almeno un tentativo per smettere di fumare; centomila quelli che sono riusciti finalmente a dire basta al fumo.

Condividi questo video, potresti aiutare una persona a te cara a smettere di fumare. 

Guardate cosa succede al corpo già solo dopo otto ore senza fumare.

Lo spot che ha fatto smettere di fumare 100mila persone

loading...