Sigaretta, vino e tramonto: l’ospedale trasgredisce le regole e realizza l’ultimo desiderio del paziente terminale

Sapeva di avere a disposizione solo pochi giorni, forse poche ore. Dopo la rottura di un aneurisma aortico era destinato a trascorrere su un letto di ospedale il poco tempo rimasto a sua disposizione. Ma un desiderio ce l’aveva ancora prima di morire, uno possibile da realizzare: fumare una sigaretta, bere un bicchiere di vino e osservare il sole scomparire dal cielo al tramonto.

In Danimarca, il personale dell’Aarhus University Hospital ha fatto in modo di esaudire la richiesta di Carsten Flemming Hanses, 75enne ricoverato in condizioni gravissime. Dopo aver appreso di esser troppo malato per sottoporsi a un intervento chirurgico e che non gli rimaneva molto tempo da vivere, Hansen ha rivelato alla sua infermiera, Rikke Kvist, il suo ultimo desiderio.

L’ospedale impone il divieto di fumo nella struttura, ma quelle erano evidentemente delle circostanza speciali, così l’infermiera Kvist si è attivata per riuscire a rendere possibile quanto chiesto dall’uomo. La sua stanza si trovava sullo stesso piano che dà accesso al balcone e non è stato difficile convincere il personale a fare uno strappo alla regola per una giusta causa.

Sul balcone, Hansen ha acceso la sua ultima sigaretta e ha sorseggiato un bicchiere di vino bianco, sotto le luci crepuscolari. “C’era un’atmosfera molto accogliente e rilassante”, ha ricordato l’infermiera, “Ovviamente i parenti erano tristi per il fatto che stesse per morire, ma hanno affrontato la cosa con umorismo e serenità”. L’immagine è stata condivisa dall’Aarhus University Hospital sulla sua pagina Facebook, sotto il titolo di “una morte dignitosa in ospedale”.

Fonte