Fa sesso con l’uomo sbagliato, quando si accorge dell’errore lo denuncia per stupro

Pentimento o violenza, questo è il dilemma (o l’errore) che è alla base di una scabrosa e complicata vicenda giudiziaria riportata da Metro.co.uk, che vede coinvolti 3 giovani ragazzi che si sono incontrati ad una festa.

Da allora e per oltre un anno la vita del 24enne Sam Obeghe, di origini nigeriane trasferitosi in Gran Bretagna per motivi di lavoro, è diventata un incubo che si è dissolto in soli 27 minuti. Questa è stata la durata dell’ultima udienza di un processo che ha visto coinvolti lui, il suo amico e coetaneo Zack Garrigan, e la 21enne commessa che ha denunciato Sam per stupro.

In un locale Sam e Zack stavano festeggiando il compleanno di quest’ultimo insieme ad altri due amici. In questa occasione avevano conosciuto la ragazza e una sua amica, le quali apparivano già decisamente alticce.

Il gruppo decide di passare il resto della serata nell’abitazione di Sam. Già in auto però “scoppia” la passione, forse favorita dall’alcol, tra Zack e la giovane commessa che continua una volta giunti a casa.

A un certo punto però, secondo la ricostruzione, si vede Sam uscire mezzo nudo dalla sua stanza, sembra alla ricerca di viagra. La ragazza nel frattempo si era addormentata. Da questo punto in poi le due versioni iniziano a divergere.

Il ragazzo afferma di essersi recato nella stanza della commessa per svegliarla, ma che avrebbe però ricevuto delle avance a causa di uno scambio di persona.

«Mi ero davvero pentito di far proseguire la festa a casa mia, il giorno dopo dovevo lavorare e volevo solo andare a dormire» Così dichiara al giudice l’accusato.

«La luce era spenta, in quella camera c’era buio pesto, mi sono accorta che non era Zack solo quando ho iniziato a toccare i suoi capelli. Però per due minuti lo avevo chiamato Zack…». E stata la replica della presunta vittima.

L’avvocato difensore di Sam ha respinto immediatamente le accuse della ragazza che hanno poi convinto la corte ad assolvere l’imputato:

«Parliamo di una persona che in quel momento si trovava in un grosso stato confusionale a causa dell’alcol. Non possiamo ritenerla attendibile, anche perché il buio non è sufficiente per spiegare il suo ‘errore’. Il signor Garrigan e il nostro assistito sono molto diversi nella struttura fisica, come poteva non essersi accorta che non fosse lui?»

Purtroppo in questi casi è molto difficile stabilire se effettivamente si tratta di un errore oppure ci si è approfittati dell’ubriachezza della ragazza. Ad ogni modo, di casi complicati o quantomeno bizzarri ne accado tanti. Date un’occhiata a queste incredibili dichiarazioni in un altro caso di stupro.

Fa sesso con l’uomo sbagliato, quando si accorge dell’errore lo denuncia per stupro

Sam Obeghe

 

 

 

 

 

loading...