Percepisce il reddito di cittadinanza: in cambio pulisce le strade della sua città

Da quando è stato istituito il reddito di cittadinanza se ne sono sentite di tutti i colori, la maggior parte delle notizie riguardavano episodi negativi, precisamente di persone che percepiscono il sussidio senza averne diritto ed anche di persone che, in barba alla legge, continuano a lavorare in nero percependo anche gli emolumenti del reddito di cittadinanza.

Per fortuna non tutto il sistema è marcio, infatti, ci sono persone che, grazie al reddito di cittadinanza, hanno potuto riacquistare la dignità ormai persa e pensare al futuro con più serenità.

Esiste un’altra Italia, fatta di persone oneste, volenterose ed altruiste che mostrano gratitudine per ciò che ricevono e che non vogliono stare con le mani in mano sfruttando la situazione.

È il caso di Giovanni Benito Firenze, un ragazzo siciliano che cerca, a suo modo, di “sdebitarsi” con la collettività per i soldi che percepisce (per diritto).

Sposato e padre di un bambino di 5 anni, Giovanni vive a Castelvetrano in Sicilia; ha sempre cercato di arrangiarsi, accettando qualsiasi tipo di lavoro, pur di portare la “pagnotta” a casa; purtroppo al momento il lavoro scarseggia ed è disoccupato quindi, ha iniziato a percepire il reddito di cittadinanza.

Giovanni, a differenza di molti altri cittadini e concittadini, non ha pensato a questa opportunità come ad un incentivo per rimanere a casa, tutto il giorno in panciolle anzi, ha deciso di “sdebitarsi” con la comunità e lo ha fatto in modo semplice ed efficace.

Abitando nelle vie del centro, il ragazzo vedeva spesso i turisti aggirarsi per la città lungo strade non molto curate così, un giorno, dopo aver preso guanti e utensili, armato di buona volontà è sceso in strada ed ha iniziato ad estirpare le erbacce, a ripulire i muri e a raccogliere cartacce.

Ha iniziato prima dalle vie più centrali, dove si concentrano maggiormente i turisti, per poi proseguire nelle piazze e nelle strade limitrofe.

La sua iniziativa è lodevole sotto molteplici aspetti: ci ricorda che l’Italia è fatta soprattutto da persone che si rimboccano le maniche e che amano il proprio territorio.

Inutile dire che la faccenda ha subito destato scalpore nell’opinione pubblica, ma a chi gli chiedeva delucidazioni circa la sua iniziativa, lui ha risposto semplicemente:

“Non voglio percepire un aiuto economico dallo Stato senza far nulla per ricompensare la comunità”.

Auguriamo a Giovanni e a tutte le persone volenterose, che oggi si trovano in difficoltà, di trovare presto l’impiego che meritano!

Leggi altro:
gifs prima volta
16 gifs che riassumono la vostra prima volta

Chiudi