Sapete quale pena prevede il governo cinese per i politici corrotti?

La Cina è uno dei paesi dove è ancora in vigore la pena di morte. Alcuni tipi di reati vengono sanzionati duramente e anche per i politici corrotti, se non confessano il reato e non si adoperano per restituire il denaro sottratto possono subire la stessa condanna.

I reati puniti con la pena capitale sono diversi e sono l’espressione del duro controllo governativo. Si va dalla pirateria informatica allo spaccio di droga, dall’omicidio volontario alla corruzione per l’appunto.

Proprio per la presenza di questo particolare regime non è facile stimare quante esecuzioni vengono fatte ogni anno. Quello che è certo, invece, è che viene utilizzato nella maggior parte dei casi un plotone di esecuzione. Più raramente si usa l’iniezione letale, forse per l’eccessivo costo delle sostanze utilizzate.

E dunque se un politico si appropria indebitamente di soldi pubblici o riceve delle tangenti può essere condannato e ucciso. Se viene restituito il denaro la pena viene sospesa e commutata nell’ergastolo. Recentemente all”ex ministro dei trasporti, Liu Zhijun era toccata la stessa sorte. E grazie alla sua collaborazione per recuperare parte dei fondi sottratti si è potuto salvare ma solamente in cambio del carcere a vita.

politici corrotti

Molti detrattori della pena di morte sostengono che non è un efficace deterrente, ed anzi nei paesi dove è ancora in vigore ci sono tassi alti di criminalità che non diminuiscono anche se si continua a utilizzarla. Nel resto del mondo c’è una campagna per eliminarla del tutto perché espressione di un Stato “barbaro” e “medioevale”.

Certamente non va meglio in quei paesi dove i reati vengono sanzionati in maniera blanda, o addirittura del tutto ignorati. L’italia, ad esempio, è uno dei paesi dove c’è il maggior indice di corruzione, con moltissimi politici corrotti, e una cospicua presenza della criminalità organizzata. Anche l’impunità e l’assenza della certezza della pena, che inevitabilmente potrebbero provocare ulteriori vittime innocenti, sono inaccettabili. Forse la cosa è ancora più barbara e medioevale della pena capitale e si ripete ogni giorno. Purtroppo a nostro avviso non esiste una campagna altrettanto vigorosa e capillare come quella per l’abolizione della pena di morte.

In tema di giustizia leggete cosa ha fatto questo giudice inglese per evitare che la vittima di una violenza finisse in carcere per aver ucciso il suo stupratore.