Pasquetta al mare con gli amici, bimbi sfuggono ai genitori: 47enne cerca di violentarli dietro una siepe

Ha tentato di violentare due bambini di appena 3 e 9 anni, ma gli agenti del Commissariato di Terracina lo hanno individuato e  arrestato. E’ accaduto nella giornata di Pasquetta. In carcere un 47enne terracinese accusato di violenza sessuale.

Alcuni amici stavano per andare a pranzo, all’interno di un residence del litorale pontino, quando si sono accorti che mancavano due bambini, uno di 9 anni e l’altro di 3 anni.

“Sebbene il residence fosse ben delimitato da recinzioni periferiche – spiega la Questura in una nota – si temeva che i due bambini potessero essersi allontanati a bordo delle loro biciclette. Le operazioni di ricerca, a cui nell’immediatezza prendevano parte genitori ed amici dei due minorenni, portavano all’individuazioni dei due bambini che venivano avvistati nei pressi di un cespuglio ove si trovava anche un uomo a tutti sconosciuto.

Immediatamente si portavano sul posto due unità del Commissariato di Terracina che coadiuvate nelle operazioni da personale della Polizia scientifica e della Squadra Anticrimine intercettavano l’uomo mentre, ancora all’interno del residence, stava cercando di allontanarsi. Le indagini condotte nell’immediatezza dei fatti facevano emergere solidi elementi a carico dell’uomo.

Alcuni testimoni infatti, interrogati dagli investigatori su alcuni aspetti, fornivano importanti frammenti dell’accaduto che, in un quadro d’insieme, consentivano la ricostruzione dei fatti. Si appurava infatti che l’uomo, introdottosi furtivamente all’interno del residence privato, aveva attratto a se i due ignari bambini portandoli a margine di una siepe ove, denudatosi delle parti intime, afferrava il bambino di 9 anni per abusarne. Alla vista delle persone messesi alla ricerca dei bambini l’uomo cessava dai suoi intenti e cercava di allontanarsi.

Fortunatamente il 47enne ha avuto pochissimo tempo per portare a termine i suoi insani propositi, ciononostante le sue condotte sono state sufficienti ad incriminarlo per il reato di violenza sessuale con l’aggravante specifica di avere agito su minori di 10 anni”. Il soggetto, già conosciuto alle Forze dell’Ordine per reati di minore entità, su disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica di Latina Dott. Marco Ginacristofaro dopo le formalità di rito, è stato ristretto presso la Casa Circondariale di Latina a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.

Fonte: Leggo

0
0
0
Total
0
Leggi altro:
È così spaventata che inizia a piangere. Ecco la mucca salvata dal mattatoio

Chiudi