Parcheggi Pesaro, “Vi offro il posto auto gratis”. E copre di bianco le strisce blu

Pesaro, 23 dicembre 2018 – E’ arrivato Zorro. Si muove di notte. Ma al posto di mantello e spada, ha un pennello modello Cinghiale e barattoli di vernice bianca. Raddrizza i ‘torti’ a modo suo, passando con un filo di bianco sopra le strisce blu della sosta a pagamento. E’ entrato in azione la notte scorsa in via Oberdan, di fianco all’ospedale. Poi ha scritto il manifesto ‘rivoluzionario’: «Parcheggio offerto da Smartis».

Gli automobilisti arrivati di prima mattina hanno parcheggiato convinti che non ci fossero più le strisce blu. Qualcuno ha ringraziato pubblicamente l’amministrazione comunale per la decisione, altri si sono accorti che c’erano degli agenti di polizia municipale che staccavano il cartello inneggiante il parcheggio libero. Sta di fatto, che su via Oberdan non ci sono state multe ieri mattina.

Gli utenti non potevano sapere di Zorro, tanto erano perfette le strisce bianche. Che sembravano fatte da un professionista del ramo. Dice il comandante della polizia municipale Gianni Galdenzi: «E’ la prima volta che ci capita un atto di vandalismo di questo tipo, e purtroppo non abbiamo immagini nitide mentre la persona sta sbianchettando le righe blu. Si vede qualcuno alle 4 ma da lontano. Controlleremo le auto transitate in via Oberdan per verificare se una di esse può essere riconducibile all’imbrattatore».

Il quale non è visto così da molti automobilisti che lamentano la scarsità di stalli liberi a beneficio della sosta a pagamento. «Non ho dubbi che qualche cittadino può pensarla così – dice il comandante Gianni Galdenzi – ma i fatti concreti dicono il contrario. Gli stalli blu potrebbero essere molti di più perché rientriamo ampiamente nella percentuale stabilita dalla legge, questo grazie al grande parcheggio libero di via dell’Acquedotto, di San Decenzio, a ridosso della stazione, la zona mare.

Gli stessi giudici di pace, a cui molti automobilisti sono ricorsi contro le multe appellandosi ad un mancato equilibrio tra stalli blu e bianchi, hanno rigettato i ricorsi attestando la regolarità di quell’equilibrio che si aggira sul 50 per cento. Quindi, l’autore dell’imbrattamento non lo considero una specie di Zorro né un raddrizzatore di storture ma semplicemente un vandalo e se verrà individuato ne pagherà le conseguenze amministrative con la sanzione aggiuntiva del ripristino dei luoghi. Ossia dovrà riverniciare di blu tutte le strisce che ha sbianchettato. Ed è ancora da valutare se ci possano essere risvolti penali. Il fatto certo è che non lo consideriamo uno scherzo ma vandalismo».

Fonte

0
0
0
Total
0
Leggi altro:
whatsapp foto
WhatsApp, la nuova funzione in arrivo: ora sarà possibile nascondere le foto ricevute in chat

Chiudi