Questo Miliardario Cinese Offre Una Dote A SEI ZERI A Chinque Riuscirà A Sposare Sua Figlia

La cultura cinese, fortemente legata alla filosofia confuciana di stampo patriarcale, è una di quelle che vede le unioni fra persone dello stesso sesso come qualcosa di sostanzialmente inaccettabile.

Se a questo si aggiunge une fede religiosa di tipo cristiana evangelica molto forte, il coming-out di una figlia può essere visto come una vera e propria tragedia.

È per questo motivo, ad esempio, che il magnate di Hong Kong Chao Sze-Tsung si è ostinato a offrire doti a sei zeri a qualsiasi uomo riuscisse a sposare sua figlia Gigi, nonostante lei fosse già… Sposata!

Una vicenda che è finita sui giornali.

Questo Miliardario Cinese Offre Una Dote A SEI ZERI A Chinque Riuscirà A Sposare Sua Figlia
immagine: irishmirror.ie

Nel 2012 l’intera famiglia Chao attirò l’attenzione su di sé quando il magnate fondatore della Cheuk Nang Holdings Ltd offrì di pagare ben 65 milioni di dollari all’uomo che fosse riuscito a sposare sua figlia Gigi.

Peccato che nello stesso anno la donna ha sposato con rito civile (in Francia) la compagna Sean Eav, con la quale aveva una relazione da ben nove anni.

Una situazione inaccettabile.

immagine: irishmirror.ie

Il matrimonio della figlia non ha sortito nessun effetto di resa: non solo il signor Chao continuava a dire a tutti che sua figlia era ancora single, ma nel 2014 ha persino portato la “dote” all’esorbitante cifra di 180 milioni di dollari!
Gigi, esasperata dall’atteggiamento del padre e infastidita dal fatto che una sua scelta personale fosse stata resa di dominio pubblico così a lungo, ha deciso di rispondere ai suoi genitori pubblicando una lettera aperta sul giornale South China Morning Post.

immagine: scmp.com

In essa, Gigi scrive (fra le altre cose): “[…] Mi dispiace che ultimamente alcune persone siano state insensibili con te; loro non capiscono che io ti perdonerò sempre per il tuo modo di pensare e che so che pensi di agire nel nome del mio bene. Capisco che in passato ti ho dato modo di credere che la mia strada sarebbe stata un’altra […] ma ora so che la mia vita è con Sean. Il mio più grande dispiacere è che tu non capisca quanto io sia felice della mia vita. Io non ti chiedo certo di diventare migliori amici, ma per significherebbe tantissimo se tu la smettessi di essere così terrorizzato da lei e la trattassi come una persona normale, con una sua dignità […]”.

In una successiva intervista, Gigi si è detta preoccupata dall’effetto che l’eventualità di avere dei figli potrebbe provocare sulla sua famiglia, ma al tempo stesso si dice fiduciosa che nel lungo periodo sia sua madre che suo padre riusciranno ad accettare la sua omosessualità.

Fonte: curioctopus.it