Milano, rapinatori in fuga cadono e si sparano addosso per sbaglio

Un 19enne di origini marocchine è stato ferito alla mano da un colpo di pistola esploso accidentalmente da una complice 18enne mentre cercavano di scappare dalla polizia dopo aver commesso una rapina in una farmacia di via Boifava, a Milano. Il giovane, che ha precedenti per droga, è stato ricoverato alla clinica Humanitas, le sue condizioni non sono gravi. La polizia ha arrestato lui e la 18enne italiana, incensurata. Ancora ricercato invece, il terzo complice.

La rapina e la fuga

La rapina è avvenuta attorno alle 20.30 di martedì 13 novembre, il 19enne ha tenuto la porta bloccata per consentire ai complici di fare irruzione e rubare 300 euro dalla cassa, la ragazza sarebbe entrata nella farmacia con la pistola in mano. I tre sono scappati tutti in sella al motorino, risultato rubato. Una volante ha intercettato i fuggitivi in via Gratosoglio, l’inseguimento è proseguito per diversi minuti. Fino a quando lo scooter è entrato in un’area verde a Gratosoglio, riuscendo a seminare per qualche secondo i poliziotti. I rapinatori hanno attraversato un ponticello sul canale scolmatore ma si sono incastrati tra i dissuasori, rovinando a terra: in quel momento sono partiti due colpi dalla Beretta 9×17, anche questa rubata. Un proiettile ha colpito la mano del 19enne. Gli agenti li hanno raggiunti nuovamente, la ragazza si è arresa mentre gli altri due sono scappati. Circa un’ora dopo gli investigatori del commissariato Scalo Romana hanno bloccato il ferito all’ingresso della clinica Humanitas, dove è stato accompagnato da conoscenti che lo hanno trovato sanguinante in strada.

0
0
0
Total
0
Leggi altro:
Il vostro cane morde? Ecco 6 tecniche per far smettere il vostro cane di mordere

Chiudi