Milano, auto d’epoca perde una ruota sul cavalcavia: colpito un 39enne in moto, morto

Contolli sulla vettura modello “Pescaccia” che procedeva verso l’autostrada. L’uomo colpito in pieno dalla ruota ancora agganciata al cerchione è caduto a terra sbattendo la testa. Inutile la corsa in ospedale

La ruota si è staccata all’improvviso ed è arrivata dalla carreggiata opposta, centrando in pieno il motociclista che arrivava proprio in quel momento in sella alla sua Triumph Speed Triple sul cavalcavia del Ghisallo, a Milano.

Vittorio Ramponi, 39enne milanese residente nell’hinterland, è stato colpito dalla ruota pesante ancora agganciata al cerchione che gli è arrivata addosso con estrema violenza. Caduto a terra ha colpito la testa e il torace sull’asfalto.

La ruota si è sganciata da una vecchia Volkswagen Tipo 181, la cosiddetta “Pescaccia”, un’auto con molte parti in plastica dal 1969 nelle concessionarie italiane. Un modello di vecchia “spiaggina” tedesca, molto rumorosa e con un motore che può portare la macchina a una velocità massima di 110 chilometri orari.

L’auto, secondo i primi rilievi della polizia locale, andava verso l’autostrada, non a bassa velocità, vista la forza con la quale il pneumatico è arrivato addosso al motociclista che ha subito perso conoscenza.

La telefonata al 118 è arrivata alle 10.55: cinque minuti dopo, l’ambulanza era sul posto. Il motociclista era in arresto cardiaco e subito sono apparsi evidenti i gravi traumi alla testa (con emorragia) e al torace. Il 39enne è stato portato in codice rosso al Policlinico, dove venti minuti dopo è stato constatato il decesso.

Sulla vecchia “Pescaccia” sono in corso le indagini per capire se la manutenzione era in regola con le revisioni e i tagliandi.

Fonte