«Mamma, mi piacciono i maschi»: bambino di 10 anni ucciso di botte dalla madre

Massacrato e ucciso di botte a 10 anni dalla madre, con l’aiuto del fidanzato, perché avrebbe confessato di essere gay. Una storia tremenda al quale si aggiungono dettagli ancora più cruenti avvenuta nella California del Sud. Il piccolo, Anthony Avalos, sarebbe stato maltrattato davanti agli occhi dei suoi fratellini più piccoli, costretti anche loro a picchiare e a lottare con lui. 

Anthony aveva detto alla madre che gli piacevano sia le ragazze che i ragazzi. Una frase che avrebbe scatenato la rabbia della donna. Numerosi gli abusi trovati sul corpo del bimbo, morto in ospedale. Segni di sigarette spente sul volto, ferite sulla testa e lividi su tutto il corpo. 

gay
FILE – This undated file photo provided by David Barron shows Anthony Avalos. Court documents say the 10-year-old Southern California boy was tortured for days, starved, beaten, dropped on his head and slammed into furniture before he died in June 2018. (Courtesy of David Barron via AP, File)

La tortura includeva anche sbattere il bambino sul pavimento della camera da letto, frustandolo con una cintura e un cordino, versandogli in bocca della salsa bollente e vietandogli di usare il bagno. Secondo il NYPost, se condannati, la madre di Anthony rischia fino a 22 anni di carcere nella prigione di stato. Mentre il suo fidanzato potrebbe essere condannato a 32 anni.

Fonte: Il Mattino

0
0
0
Total
0
Leggi altro:
Ha messo un po’ di sale in una calza e poi l’ha riscaldata in una padella. Un’idea fantastica!

Chiudi