Madre scioccata trova foto della figlia di un anno su internet con un singolo dettaglio cambiato.

È di qualche giorno fa la denuncia di una madre: alcune foto della figlioletta – che la donna aveva pubblicato su Instagram – le sarebbero state sottratte per poi venire modificate con Photoshop ed essere nuovamente diffuse in Rete.

Pare si tratterebbe di una nuova tendenza: prendere scatti di bambini, preferibilmente di razza mista, e cambiare loro i tratti somatici.

A fare sentire la sua voce su quanto sta succedendo, Caroline Enterfeldt, 27enne e madre di due figli. La donna che avrebbe ritrovato foto della figlia di 1 anno visibilmente modificate.

 

Mama n Papa #vacay #vacation #italy #beaubincouture

Un post condiviso da 👨🏿👩🏼👦🏽👧🏽 (@lilcocooo) in data:

Caroline avrebbe iniziato a notare scatti di Jayden, questo il nome della piccolina, su differenti account Instagram.

 

Good morning y’all 👋🏾 #vacation #vacay #italy

Un post condiviso da 👨🏿👩🏼👦🏽👧🏽 (@lilcocooo) in data:

Quello che ha sconvolto la donna è il fatto che non solo circolino degli scatti della figlia che lei non ha autorizzato, ma che alla bimba sia stato cambiato il colore degli occhi, che da marroni sono adesso “diventati” azzurri.

 

Bibiiiii edited by @chrysusbitch

Un post condiviso da SHQIP.OFFICIAL ✨ (@shqip.official) in data:

Il caso è stato preso a cuore da una famosa blogger, Lailalove, che su Twitter ha dichiarato: “Sono stanca di vedere le foto dei bambini modificate perché sui social media si pensi che sono ‘più carini’. Lei è già bella con i suoi occhi marroni”.

E, in effetti, come darle torto… Il tweet di Lailalove ha aperto un acceso dibattito.

La questione è senz’altro spinosa: sembra assurdo che ci sia gente che cerca foto in Rete di bambini, che abbiano determinate caratteristiche fisiche per poi modificarle a seconda di quelli che si pensa siano dei canoni estetici “più graditi e riconosciuti” socialmente.

D’altra parte, l’intera storia ci lascia anche con un interrogativo di carattere più generale: è proprio necessario rendere pubblici gli scatti dei propri figli?

Fonte