Graffiato dal gatto resta impotente. Colpa di un batterio

BRUXELLES – Orribile e indimenticabile esperienza per un giovane belga di 23 anni: è stato graffiato dal suo gatto e da quel momento non ha potuto più avere erezioni.

Il ragazzo, di cui non è nota l’identità, oltre a non poter avere rapporti s******i accusava dolore ai testicoli, febbre e intensa sudorazione; dopo vari test, i dottori hanno scoperto che l’infiammazione era causata da un batterio chiamato “Bartonella henselae” che si annida nella bocca e negli artigli dei gatti.

Il batterio causa febbre, affaticamento, emicranie e linfonodi ingrossati, in casi estremi può addirittura portare a problemi cerebrali e infezioni cardiache, spiega il Daily Mail.

Graffiato dal gatto resta impotente. Colpa di un batterio

Dopo un ciclo di antibiotici, il ragazzo è migliorato ma i medici non sono stati in grado di spiegare il collegamento tra erezione e infezione, hanno tuttavia ricordato altri casi in cui la cosiddetta “malattia del graffio” aveva provocato una paralisi facciale.

“Il paziente ha assunto antibiotici per tre settimane, i sintomi sono svaniti rapidamente e le funzioni s******i riattivate normalmente”, hanno detto i medici. Graffi e morsi di gatti possono avere effetti “devastanti in termini di infezioni e disabilità permanente”. Se è vero che a mordere solitamente sono i cani, il morso di un gatto ha più probabilità di infettare.

I felini, infatti, trasmettono i batteri all’interno del tessuto umano, mentre i cani causano ferite più grandi, lacerano tessuti. Il ragazzo belga non è il primo a finire nei guai a causa di un animale domestico: lo scorso anno, una donna inglese si ammalò gravemente di sepsi o setticemia dopo una leccata del suo piccolo levriero italiano.

Fonte