Gli angeli custodi esistono, ecco chi sono

La prima domanda che tutti ci siamo posti è: ma esistono davvero, gli angeli custodi e perché ci proteggono?

Se esistono veramente, come possiamo sapere quando li abbiamo al nostro fianco e se e quando sono intervenuti nel darci un aiuto nello sbrigare le nostre misere ma importanti faccende quotidiane?

Molte persone dichiarano, con estrema convinzione che, non solo gli angeli esistono, ma che hanno avuto segni tangibili della loro presenza e non solo, altri affermano, addirittura, di aver visto questi esseri celesti personalmente.

Secondo la tradizione cristiana l’angelo custode è un essere celeste che accompagna ogni persona nella vita, aiutandola nelle difficoltà e guidandola verso Dio (leggi le frasi sugli angeli tratte dalle scritture).

Sugli angeli custodi si sono espressi anche molti Papi tra i quali Papa Pio X che disse: «Si dicono custodi gli angeli che Dio ha destinato per custodirci e guidarci nella strada della salute» e l’angelo custode «ci assiste con buone ispirazioni, e, col ricordarci i nostri doveri, ci guida nel cammino del bene; offre a Dio le nostre preghiere e ci ottiene le sue grazie».

Anche Papa Benedetto XVI, ora Papa emerito, crede fermamente nella loro esistenza, infatti, in occasione di un “Angelus” recitato in piazza San Pietro, disse: «Cari amici, il Signore è sempre vicino e operante nella storia dell’umanità, e ci accompagna anche con la singolare presenza dei suoi Angeli, che oggi la Chiesa venera quali “custodi”, cioè ministri della divina premura per ogni uomo. Dall’inizio fino all’ora della morte, – ha aggiunto Ratzinger – la vita umana è circondata dalla loro incessante protezione. E gli angeli fanno corona» alla Madonna che, «nella prima domenica di ottobre» «dal santuario di Pompei» per «il mondo intero», viene supplicata «affinché sia sconfitto il male e si riveli, in pienezza, la bontà di Dio».

Quindi, la chiesa conferma la loro esistenza affidandogli il ruolo di “protettori”.

Per la gente comune gli angeli custodi sono sempre esistiti, abbiamo sentito spesso di racconti di persone che dichiarano, durante una situazione di grande pericolo, di aver sentito accanto a loro la presenza di qualcuno che li ha aiutati a uscirne indenni.

Altri ancora che, posti dinanzi ad una situazione difficile, dicono di averla superata dopo che una sensazione di grande gioia era calata su di loro all’improvviso, senza alcun motivo apparente.

In entrambi i casi, per i più, si tratta di segni inequivocabili della presenza degli angeli.

Se dovessimo dare retta ai racconti potremmo affermare che l’aiuto degli angeli arrivi solo a pochi eletti, ma non è così. Infatti, c’è chi è convinto che non ci sia niente di più “normale” dell’aiuto di queste entità benigne.

Secondo alcuni sarebbero messaggeri del Creatore, il cui compito consisterebbe nell’accompagnare e nell’aiutare le persone nel corso della loro vita. Gli angeli custodi starebbero accanto a una persona dalla nascita fino alla morte; gli arcangeli, invece, sarebbero a disposizione di tutte le persone, anche di quelle che non credono.

Per i credenti, gli angeli sarebbero ben contenti di aiutarci, soprattutto quando più ne abbiamo bisogno: il modo più semplice per rivolgersi a loro è chiedere aiuto tramite le preghiere, ma non è l’unico.

A volte, quando ci sentono confusi e smarriti tanto da perdere la “diritta via”, decidono di intervenire senza che glielo chiediamo, in quanto il loro scopo principale è quello di far sì che possiamo realizzare i sogni dell’anima, quelli per cui ci siamo incarnati in questo mondo.

L’angelo custode

angelo custode

Secondo alcune teorie gli angeli non sarebbero tutti uguali, e li dividono in diverse categorie: quella più conosciuta è quella dell’angelo custode, assegnato alla nascita ad ognuno di noi, indipendentemente dal credo, dalla razza, dall’appartenenza politica o sociale.

L’angelo custode rimane con noi per tutta la vita, nei momenti bui e in quelli felici: alcune persone affermano di essere riuscite a percepirlo, qualche volta, descrivendo l’esperienza come la sensazione di avere accanto qualcuno, “qualcosa”, che le accompagnava in quel dato passaggio della vita.

Molti affermano che non sia raro che gli angeli vadano in soccorso di coloro la cui vita è in pericolo: diverse testimonianze riportano di visioni angeliche o di entità immateriali, ma anche forme umane che intervengono in momenti drammatici della vita, per poi sparire appena hanno compiuto il loro compito.

Con bambini, invece, gli angeli si manifesterebbero più apertamente: secondo alcune ricerche sembra infatti che almeno fino all’età prescolare alcuni bambini sarebbero in grado di percepire più chiaramente sia gli angeli che altre entità corporee, che si paleserebbero sotto forma di bambini con cui giocare.

Altri angeli

angeli custodi

Il nostro angelo custode non è l’unico a venirci in aiuto quando ne abbiamo bisogno o glielo chiediamo. Sembra infatti che gli angeli siano molto numerosi e che, a seconda del compito da svolgere, si differenzino uno dall’altro: esistono gli angeli che si prendono cura del nostro corpo, quelli che donano l’allegria, quelli che eliminano gli ostacoli, quelli protettori, quelli che curano le ferite dell’anima. E tanti altri ancora.

Anche questi altri angeli “speciali” sono più che felici di esserci di aiuto nella vita quotidiana: è possibile rivolgersi a qualsiasi angelo in ogni momento sollecitando la sua collaborazione, sia direttamente che attraverso il nostro angelo custode.

Come entrare in contatto con gli angeli

Esistono diversi modi per mettersi in contatto con l’angelo custode, l’arcangelo o altri angeli.

Il più semplice e immediato pare sia quello di… giocare con loro! Gli angeli, infatti, sono creature che amano divertirsi, giocare, essere immersi nella bellezza, ridere. Il gioco è quindi la forma più diretta per entrare in contatto con loro. Saranno poi loro a trovare il modo di farci avere le risposte alle domande che poniamo.

E se non dovessimo ottenere ciò che vorremmo? Gli angeli non fanno certo torti o dispetti: se non dovessimo ottenere ciò che volevamo, probabilmente significa che quella cosa non era adatta a noi, oppure che avrebbe potuto nuocere ad altre persone e che stanno invece, preparando quello che più si confà alle nostre esigenze, perché gli angeli desiderano soltanto il nostro bene.

0
0
0
Total
0
Leggi altro:
Nuova tassa sui cani: Ecco cosa sta cercando di fare il governo. Il mio cane voterebbe NO!

Chiudi