Madre tiene il figlio rinchiuso in gabbia da 40 anni: ”Lo faccio per proteggerlo”

Un’anziana donna cinese, Waimei Peng, lancia un appello per suo figlio Weiqing e si scopre che lo ha rinchiuso in una gabbia per oltre 40 anni.

Sembra una cosa incredibile eppure l’ormai ottantenne mamma ha fatto tutto questo per un motivo ben preciso. Poco dopo che ebbe il bambino, questi si ammalò ed ebbe una febbre molto alta che a quanto pare gli ha causato anche delle lesioni cerebrali. A 6 anni ha cominciato ad avere degli episodi di autolesionismo ed accusare attacchi epilettici.

I genitori del piccolo, non avendo la possibilità di curare il proprio figliolo, non hanno saputo fare altro che allestire una gabbia per risolvere il problema. Nel corso degli anni questa è stata semplicemente ingrandita, anche se non di molto come testimoniano le immagini. Non hanno mai potuto o voluto racimolare dei soldi per farlo visitare da uno specialista.

40 anni rinchiuso in gabbia

La donna, ormai vedova, ha dichiarato ai giornali che l’ha fatto semplicemente “per proteggerlo“. Adesso che ha timore che il foglio possa rimanere solo, è stata costretta ad rende pubblica la storia. Purtroppo non è facile indovinare quale sarà il futuro di Weiqing. Nonostante tutto c’è il rischio che non riesca ad avere un aiuto concreto per permettergli di vivere in una maniera più dignitosa.

Purtroppo queste storie non sono rare. Già è accaduto che una donna indiana si è vista costretta a legare la propria figlia ad una roccia, non per crudeltà ma semplicemente per povertà. La lotta per la sopravvivenza può davvero essere spietata, e in un mondo dove queste cose non esistono più, almeno per il momento, è troppo complicato accettarlo.

 Madre tiene il figlio rinchiuso in gabbia da 40 anni: ”Lo faccio per proteggerlo”