I suoi figli sono adulti, ma tiene ancora una culla davanti alla porta di casa. La ragione è commovente!

Per molte persone avere dei figli è il coronamento di un sogno, mettere al mondo una creatura da un senso di appagamento e di pienezza e da un significato completamente diverso alla vita. Ma non per tutti è così.

Esistono anche persone che, per svariati motivi, credono di non avere altra scelta se non quella di abbandonare il figlio appena nato. A volte non hanno il coraggio di chiedere aiuto, semplicemente abbandonano la piccola creatura, lasciandola a morire da qualche parte.

Sono molti, purtroppo, i casi balzati agli onori della cronaca come quello del corpicino di un neonato che fu ritrovato in uno scarico e quello di una bambina che fu ritrovata, pochi giorni dopo, sepolta sotto la sabbia, a Maroubra Beach in Australia. Questi casi non erano connessi tra di loro, ma sono stati d’ispirazione per una donna e l’hanno spinta a fare qualcosa di incredibile.

1

Catherine Lucre ha 56 anni, ed è madre di quattro figli adulti. Lavora come infermiera e ostetrica. Dopo aver sentito più volte sui mezzi d’informazione di questi bambini abbandonati e lasciati a morire, ha capito che doveva fare qualcosa.
Così ha creato un gruppo Facebook chiamato “Operation Safe Heaven”. Ha voluto offrire un posto sicuro a tutti quei genitori che si vedono costretti ad abbandonare i priori figli.

culla figli

“Se vi sentite disperati, spaventati, soli o per qualsiasi altra ragione non potete prendervi cura dei vostri bambini, per favore contattatemi” ha scritto Catherine.
Come ostetrica è consapevole che molte madri non sanno cosa fare in caso di necessità. Alcune non possono tenere il bambino per diversi motivi: o perché sono state costrette a nascondere la propria gravidanza oppure a causa di problemi fisici.

3

Alla fine la cosa davvero importante è aiutare queste piccole creature. L’infermiera è disposta a raggiungere le madri, presso le loro abitazioni o in qualunque altro posto, per prendere i bambini in affidamento.

Inoltre, davanti alla porta di casa, tiene sempre una culla nel caso in cui qualcuno volesse lasciarvi il proprio bambino. Se una mamma desidera rimanere anonima, Catherine aspetta qualche secondo prima di aprire la porta e prendere il bambino.

4

Una volta recuperato il neonato lo porta in ospedale, contatta i servizi sociali e la polizia, e cosa fondamentale promette di non rivelare l’identità di quei genitori che vogliono rimanere anonimi.
Tutto questo lo fa senza alcuna esitazione o tornaconto, solo col suo gran cuore. È una donna incredibile che ha ricevuto diversi riconoscimenti per le sue azioni. Oggi è considerata una sorta di supereroina e non è difficile capire il perché. E poi esistono anche dei genitori, se così possiamo definirli, che vendono i loro bambini per comprarsi un…

loading...