Evade dai domiciliari per fare acrobazie in scooter, multato prende a badilate i vigili

PADOVA  – Agli arresti domiciliari esce di casa e guida in maniera spericolata il suo ciclomotore, poi colpisce con il badile l’auto della Polizia locale che gli aveva contestato la contravvenzione, finendo in manette. Protagonista della vicenda, avvenuta ieri sera a Massanzago (Padova), è un 36enne del posto, Giovanni Carpin, arrestato per minaccia a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato.

Tutto è iniziato poco prima delle 19 quando un agente della polizia locale ha notato vicino al cimitero della cittadina un individuo che stava compiendo manovre pericolose con lo scooter. Dopo averlo seguito fino a casa, ha iniziato a contestargli le violazioni al codice della strada. Irritato dalla vicenda, Carpin ha dapprima invitato il vigile a uscire dalla sua abitazione quindi, imbracciato un badile, ha colpito ripetutamente il veicolo di servizio, causando danni alla carrozzeria e rompendo un cristallo laterale. Rientrato in casa, ha quindi chiamato la Stazione Carabinieri di Trebaseleghe riferendo della discussione con l’agente e di aver danneggiato il veicolo per «dargli una lezione». Giunti sul posto, i militari hanno accertato la dinamica dei fatti e hanno arrestato Carpin, conducendolo nelle camere di sicurezza della Compagnia di Cittadella per l’udienza di convalida fissata con rito direttissimo. 

Fonte

0
0
0
Total
0
Leggi altro:
Il fidanzato le dà un pugno in pancia e uccide il loro bambino, lei lo perdona: "Voglio stare con lui"
Il fidanzato le dà un pugno in pancia e uccide il loro bambino, lei lo perdona: “Voglio stare con lui”

Chiudi