Ecco cosa accade dopo la morte secondo uno scienziato tra i più grandi al mondo

Cosa c’è dopo la morte? Perché noi esistiamo e da dove veniamo? Sono domande a cui l’uomo non riesce a dare una risposta convincente nonostante si stia interrogando da millenni. Però questa volta uno scienziato tra i più grandi al mondo, Robert Lanza autore di ricerche importanti sulle cellule staminali, ci propone una teoria affascinante e innovativa che sta destando grande meraviglia e interesse. Non il solito Big Bang  o i viaggi nel tempo.

Egli sostiene di avere le prove dell’esistenza della vita dopo la morte e che queste si fondano addirittura sulla fisica quantistica. Tutto questo racchiuso nella “teoria del biocentrismo“.

La morte come noi la conosciamo non sarebbe altro che un’illusione creata dalla nostra coscienza, la quale crea secondo il ricercatore, anche l’universo. In questo modo lo spazio e il tempo non sono altro che “strumenti della nostra mente” e di conseguenza la morte non può esistere.

“Pensiamo che la vita sia solo l’attività degli acidi nucleici e delle proteine? Viviamo un po’ per poi marcire nel terreno?”, ha scritto lo scienziato, in modo provocatorio, sul suo sito web.scienziato teoria dopo la morte

Per spiegare un po’ questa teoria si può pensare all’esperimento di far passare una particella attraverso due feritoie. Se nessuno osservasse questo fenomeno esisterebbe solamente la particella come un’onda. Quando invece si osserva il fenomeno la nostra coscienza crea la percezione che il corpuscolo passi da una fenditura ad un’altra.

Questo dimostra che la materia e l’energia hanno un comportamento che è connesso alla percezione e alla coscienza delle persone. E dunque se in un universo il corpo di una persona è morto, in realtà in un altro universo potrebbe essere vivo e alimentato dalla coscienza che è passata da un universo all’altro.

Per questa ragione quando una persona muore la sua anima continua a vivere e la nostra vita diventa un “fiore perenne che torna a fiorire nel multiverso”.

Robert Lanza, è attualmente direttore scientifico presso l’Advanced Cell Technology e professore aggiunto presso la Wake Forest University School of Medicine. Scienziato affermato e autore di numerosi articoli scientifici e invenzioni, ha pubblicato più di 30 libri tra i quali “Biocentrismo: come la vita e la coscienza sono le chiavi per comprendere la vera natura dell’Universo”  al quale si può far riferimento per approfondire questo tema affascinante.

A proposito di vita e morte, leggi perché i medici preferiscono morire in modo diverso dalla gente comune.

loading...