Una diagnosi sbagliata lo ha costretto sulla sedie a rotelle. Dopo 43 anni torna a camminare

Ci sono professioni nelle quali un solo errore potrebbe avere delle conseguenze disastrose. Purtroppo sappiamo benissimo che è impossibile non commettere degli sbagli prima o poi. Ecco perché esistono di meccanismi o dei congegni che riducono sensibilmente la possibilità di fare delle azioni errate, ma il rischio 0 non esiste.

Nel caso dei medici una disattenzione o un’errata diagnosi potrebbe essere addirittura fatale. Lo sa benissimo Rufino Borrego, un sessantenne portoghese, che all’età di 13 anni gli fu diagnosticata la distrofia muscolare. Piano piano questa presunta patologia l’ha portato purtroppo su di una sedia a rotelle.

Perché presunta? Perché dopo la bellezza di quasi 40 anni un neurologo ha scoperto che Rufino era affetto da una malattia ben diversa dalla distrofia ma molto più rara. La patologia in questione è nota col nome di miastemia. Questa è una malattia caratterizzata da debolezza muscolare. È causata da una reazione abnorme del sistema immunitario che avviene per motivi ancora sconosciuti. Tuttavia ci sono dei farmaci che riescono a controllarla e a donare una vita quasi normale ai pazienti affetti. Infatti, può essere trattata con gli stessi medicinali usati per alleviare i sintomi dell’asma.

Per queste ragioni Rufino ora riesce a camminare. La gioia di poter di nuovo essere in piedi contrasta un po’ con la rabbia per l’errore medico, anche se ha capito che una malattia così rara quarantanni fa era molto più difficile da diagnosticare. Ecco perché ha già perdonato l’ospedale e oggi si gode la sua nuova vita.

++Leggi anche: Malato di Parkinson mostra ciò che accade ai loro tremori dopo aver usato la marijuana

Una diagnosi sbagliata lo ha costretto sulla sedie a rotelle. Dopo 43 anni torna a camminare

#1 A 13 anni gli viene diagnosticata la distrofia muscolare

1

#2 40 anni dopo un neurologo scopre che si tratta di miastemia

2

 

#3 Questa patologia può essere può essere trattata con gli stessi medicinali usati per alleviare i sintomi dell’asma.

3

 

#4 Ora, ad un anno dalla scoperta, Rufino Borrego riesce a camminare e avere una vita normale

4

 

#5 Ha già perdonato l’ospedale che gli aveva diagnosticato la distrofia perché ha capito che 40 anni fa era molto più difficile diagnosticare una malattia così rara

5