Danea – Guida alla fatturazione elettronica

A Parma la settimana europea dei freelance

Appuntamento a Parma per tutti i freelance europei con l’European Freelancers Week che si è appena conclusa. Le metodologie, le opportunità e le trasformazioni dei nuovi lavori sono stati i temi centrali dei meeting organizzati.

New economy e nuovi lavori

Come sta cambiando il lavoro con l’avvento della new economy? Il tema centrale per la settimana dedicata alla vita da freelance è proprio questo per l’edizione 2018: lavorare insieme nella New Economy. Un cambio di rotta importante che trasforma in modo radicale l’approccio alla vita da freelance e da libero professionista: non più competizione ma cooperazione. I cambiamenti in atto sono davvero tanti e la strada per la capacità di restare sempre al passo con i tempi passa dalla collaborazione, non più dalla concorrenza.

Lo scenario europeo presenta marcate differenze ma i punti di contatto sono tanti e su questi è importante fare il punto. Basti solo pensare che per i liberi professionisti italiani dal 1° gennaio 2019 entrerà in vigore l’obbligo di fatturazione elettronica, tra i primi Paesi nella Ue ad adottare questa modalità per legge. Per fortuna un aiuto concreto arriva dalla guida alla fatturazione elettronica 2019 di Danea, che segue passo per passo il professionista in questa nuova sfida.

Cooperare per crescere

Ma torniamo ai punti di contatto tra i giovani liberi professionisti. La collaborazione, quindi, si impone sempre più come modello di business. Questo perché anche la figura del libero professionista sta assumendo nuovi contorni anche a seconda del Paese di appartenenza. A cambiare è stato soprattutto il settore di appartenenze dei freelance: la new economy ha portato con sé nuovi lavori, nuove opportunità, nuove figure professionali.

Molte di queste hanno scelto una vita da freelance, con i suoi vantaggi e le sue difficoltà. A favorire questa trasformazione è stato l’avvento di nuovi strumenti e nuove metodologie di lavoro, sempre più legate al web e all’ICT e sempre meno legate a un luogo fisico e a una presenza necessaria in ufficio. Cambia, quindi, il contesto socio-economico in cui operano i freelance che ritagliano a misura un proprio spazio lavorativo.

I freelance sono imprenditori?

A Parma si è discusso anche del ruolo che oggi rivestono i freelance. Sono imprenditori alle prese ogni giorno con il rischio di impresa o lavoratori da tutelare perché in una situazione di maggiore debolezza rispetto ai dipendenti? Quel che è certo è che i freelance sono lavoratori impegnati a valorizzare le loro competenze, non imprenditori ma professionisti che in molti casi potrebbero aver bisogno di accedere alla protezione sociale. Anche questo è stato uno dei temi centrali nella settimana di discussione che ha visto Parma protagonista per il futuro di queste figure professionali in tutta Europa.

Chi è il libero professionista?

Chi è, quindi, oggi il libero professionista? Come inquadrarlo, come definirlo? Si indicano con questo termine quei lavoratori, diversi da quelli autonomi, che fanno del proprio know-how, delle proprie competenze, la principale fonte di reddito, hanno diversi fornitori di lavoro e gestiscono in libertà il proprio tempo.

Il lavoro di un libero professionista è spesso incentrato sui risultati molto più che su metodologie e strumenti. Per quanto sottili, esistono delle differenze tra il lavoro svolto da un libero professionista e quella svolto dal lavoratore autonomo, differenze che vale la pena evidenziare per tracciare in modo più netto la distinzione tra due figure professionali.

0
0
0
Total
0
Leggi altro:
Scoperta shock: Trovato alveare di quasi 7 metri in una casa abbandonata

Chiudi