Il curriculum è tutto un “blablabla”: assunto a tempo indeterminato

State compilando il vostro ennesimo curriculum vitae e non sapete proprio che scrivere…? fate come il protagonista di questa storia che ha dell’assurdo, mettete tanti bei “blablabla” e verrete certamente assunti. (Fate attenzione a non cercare questi tipi di lavoro particolarmente stressanti).

È quello che è accaduto ad un ragazzo francese di nome Julien Chorier e della notizia ne ha dato anche risalto l’autorevole quotidiano francese Le Figaro“.

Il giovane laureato nel compilare il suo ennesimo curriculum vitae ha sostituito le parti superflue con altrettanti “blablabla” ed è così che è riuscito a trovare un lavoro:

Julien Chorier-2

“Ero stanco di scrivere sempre la stessa cosa, utilizzare la stessa lettera standardizzata ogni volta che cercavo un lavoro – racconta il ragazzo, 24 anni – Con un amico siamo giunti alla conclusione che le aziende non sprecano di certo tutto il tempo a loro disposizione per leggere ogni singola candidatura. Ecco quindi come ho preso la mia decisione, lasciare solo le parti importanti e sostituire il resto con bla”.

Julien laureato in management alla Kedge Business School di Bordeaux, specializzata nella gestione delle industrie creative, nonostante gli ottimi voti e un anno e mezzo di formazione professionale, non era riuscito a trovare nulla.

“Ho iniziato a inviare la mia candidatura via email, sempre con un curriculum vitae e una lettera di accompagnamento standard, opportunamente modificate in base alle richieste e al tipo di azienda. Purtroppo, ho capito subito che non bastava.”

Il “colpo di genio” e tutti quei “blablabla” nello stilare l’ultimo curriculum gli sono valsi un contratto a tempo indeterminato. Un’azienda parigina gli ha risposto: “Volevano sapere chi ci fosse dietro tutte quei “blablabla””.

Al suo primo colloquio ha ricevuto ed accettato una concreta proposta di lavoro.

IL CURRICULUM INVIATO