Madre ossessionata dai concorsi di bellezza riduce la figlia di 3 anni così

La 26enne americana Lauren Jackson è ossessionata dai concorsi di bellezza, ma non è lai a partecipare bensì sua figlia di appena 3 anni.

Spende fino a 3.000 euro al mese per prepararla alle competizioni. Infatti,  prima di ogni gara la biondissima Savanna viene sottoposta ad un trattamento abbronzante. Sul suo corpo le viene letteralmente spruzzata “l’abbronzatura” mentre la donna le tiene le braccia e le gambe divaricate. Poi con un rullo si compatta il prodotto in modo da non presentare delle chiazze disomogenee. Per il viso invece, al fine di evitare che la bambina possa ingerire la sostanza, Lauren paga un truccatore per uniformare il colore del viso al resto del corpo.

Oltre al truccatore si avvale anche di un make-up, il quale cura le acconciature. Infine un insegnante personale l’allena a camminare lungo la passerella e a posare per le foto. Insomma un’organizzazione curata fin nei minimi particolari.

concorsi di bellezza

La mamma ha spiegato che questi trattamenti servono per non far partire svantaggiata Savanna. Per chi invece le ha chiesto se ci potessero essere dei pericoli per la sua salute, ha risposto dicendo che “Il mio medico mi ha assicurato che non ci sono effetti collaterali per la sua pelle. Era sicuro al 100%”

Sembra assolutamente convinta delle volontà e delle inclinazioni di sua figlia, la quale va in giro per concorsi da quando aveva 2 anni e ne ha già vinto qualcuno: “Savanna ama le luci della ribalta credo che sia nata per stare sul palco“.

Se uno studio ci ha rilevato che i bambini ereditano gran parte dell’intelligenza (o delle stupidità immaginiamo) dalle loro mamme, allora molto probabilmente Lauren ha ragione. E voi cosa ne pensate? E’ giusto che i figli vengano ridotti così per “curare” le ossessioni dei propri genitori? Forse c’è qualcosa che non va.

Madre ossessionata dai concorsi di bellezza riduce la figlia di 3 anni così