È cintura nera di karate e dimostra al mondo che la disabilità è solo nella mente

David Kengen è un ragazzo coraggioso di 14 anni, purtroppo affetto da una malattia congenita che lo ha reso sin dalla nascita quasi del tutto privo dell’uso delle braccia e delle gambe.

Ma la sua apparizione nei mondiali di karate che si sono svolti nel 2014 a Tokyo ha dimostrato come la forza di volontà e la determinazione possono abbattere muri all’apparenza insormontabili.

In buona sostanza nella sua esibizione lui ripete i gesti delle arti marziali aiutandosi col corpo e con quello che gli rimane dei suoi arti. Certamente una lotta coraggiosa contro un avversario spietato, ma David ha saputo tenergli testa. Per questo motivo i circa 10.000 spettatori sono rimasti in religioso silenzio durante gli esercizi, per poi esplodere in un applauso scrosciante in chiusura del suo turno.

Come se non bastasse ha dovuto lottare anche contro la federazione di karate perché forse all’inizio era un po’ titubante. David però interpreta fedelmente le filosofie orientali che si basano principalmente sulla forza della mente, e dunque non poteva non vincere la sua personale battaglia.

Alla fine dell’evento ha dichiarato che gli danno fastidio le persone che trovano delle scuse pur di non fare qualcosa, ed anche quelle che lo guardavano con un morboso interesse al fine di scoprire quello che era in grado di fare o di non fare. Oggi questo grande guerriero si concentra solo su quello che può fare. Complimenti davvero.

++Leggi anche: Una disabile sta seduta in classe durante la ricreazione. Ciò che l’insegnante filma è incredibile!

È cintura nera di karate e dimostra al mondo che la disabilità è solo nella mente

#1

1

 

#2

2

 

#3

 

loading...