Bimba di due anni grigliata viva sul barbecue, arrestata la mamma: “Dovevamo andare insieme in Paradiso”

Il corpo, quasi completamente carbonizzato, di una bimba di appena due anni è stato rinvenuto dalla polizia in seguito ad una segnalazione dei vicini di casa che avevano sentito delle urla e in seguito notato una spessa coltre di fumo provenire da un garage.

È quanto accaduto domenica sera a Zemst, una cittadina belga poco a nord di Bruxelles.Il corpo, quasi completamente carbonizzato, di una bimba di appena due anni è stato rinvenuto dalla polizia in seguito ad una segnalazione dei vicini di casa che avevano sentito delle urla e in seguito notato una spessa coltre di fumo provenire da un garage.

È quanto accaduto domenica sera a Zemst, una cittadina belga poco a nord di Bruxelles.

Bimba di due anni grigliata viva sul barbecue, arrestata la mamma: "Dovevamo andare insieme in Paradiso"

Come riporta Metro.co.uk, per la morte della piccola, rinvenuta cadavere all’interno di un barbecue, è stata arrestata la madre. La donna però è ricoverata in ospedale ed è ancora sotto choc e per questo motivo la polizia, che la sta piantonando, non l’ha ancora interrogata.

Sulla vicenda c’è un massimo riserbo da parte degli inquirenti, ma le prime dichiarazioni della donna sarebbero trapelate poco dopo l’arresto: «Dovevamo morire insieme, bruciando. Solo così avremmo raggiunto insieme il Paradiso».

La donna, la cui identità non è stata resa nota, ha 27 anni e potrebbe soffrire di gravi disturbi psichici. L’autopsia sul corpo della bimba è già stata effettuata ma le autorità hanno deciso di non rivelarne l’esito per motivi di privacy. Le indagini, in questo momento, si stanno concentrando sugli ultimi istanti di vita della piccola: non è ancora chiaro, infatti, se la bimba è stata bruciata viva o se era già morta quando è stata chiusa nel barbecue.

Fonte: leggo.it

Leggi altro:
Ecco le foto di 21 Star invecchiate…male

Chiudi