Uno studio rivela: gli occhi del cane scatenano l’ormone dell’amore nell’uomo

Secondo una nuova ricerca scientifica, quando i cani guardano negli occhi i loro umani subiscono un picco di ossitocina, chiamato anche ormone dell’amore, e la stessa cosa avviene nell’uomo. Questo rilascio di ormone è lo stesso che capita quando una mamma abbraccia un figlio appena nato.

Dal momento che i cani non usano il contatto degli occhi come modo per solidificare il rapporto con altri cani, i ricercatori suggeriscono che siano riusciti a ritagliarsi un posto nel cuore dell’uomo utilizzando questo comportamento, quello del guardarsi negli occhi, che è tipicamente umano.

L’ossitocina produce vari effetti nell’uomo, tra i quali la riduzione dello stress. In tutti i mammiferi, il suo ruolo chiave è quello di aumentare il legame madre/figlio. Per esempio, quando i cuccioli di roditori sono lontani dalla madre, emettono una serie di ultrasuoni che stimola in lei il rilascio di ossitocina e questo fa sì che si comporti in maniera più materna con loro.

cane

Negli umani, sia le mamme che i bambini hanno un picco di ossitocina durante la fase dell’allattamento e, trascorrendo ore a guardarsi, alimentano a vicenda il suo rilascio, come dimostrato da alcuni studi scientifici condotti. Per i cani domestici e i lupi, però, il contatto degli occhi non è un normale comportamento per la solidificazione del rapporto. Capita che cani dominanti fissino negli occhi cani “più in basso” dal punto di vista gerarchico.

Lo studio condotto ha misurato il livello di ossitocina nei cani e nei loro umani prima e dopo aver trascorso 30 minuti insieme. Dopo il tempo passato guardando i loro cani negli occhi, accarezzandoli e parlandogli, si è notato un incremento dei livelli di ossitocina. Inoltre, l’ossitocina rilasciata dai cani era proporzionale a quella rilasciata dagli umani.

I ricercatori hanno dichiarato che questo esperimento ci può far capire alcune cose sul rapporto che ci lega ai cani. In moltissimi modi, la relazione che abbiamo con loro è del tutto simile a quella che abbiamo con altre umani.

Questi studi potrebbero aiutarci a svelare uno dei più grandi misteri della storia: come ha fatto un predatore senza paura come il lupo a trasformarsi nel migliore amico dell’uomo. I ricercatori pensano che, in un qualche punto del processo di addomesticamento, un gruppo di lupi naturalmente predisposti ad essere più amichevoli con gli umani hanno scoperto che il loro rapporto si consolidava guardandoli negli occhi, facendo diventare questa capacità tipicamente umana parte del loro “corredo genetico”.

Fonte

+++ Da non perdere anche: 7 Buoni motivi per cui il vostro cane dovrebbe dormire nel vostro letto ogni notte +++