Oggi è considerata una razza pericolosa. Ma in passato i pitbull avevano un ruolo che vi stupirà

I Pitbull sono nati dall’incrocio di due razze canine inglesi a partire dalla fine del XIX secolo: l’Old English Terrier e l’Old Bulldog. Oggi sono considerati cani molto pericolosi e aggressivi, adatti più per difesa, per guardia e per i combattimenti ovviamente illegali.

Per queste ragioni, quando si sente pronunciare il loro nome, ci si mette subito in guardia, è proprio il caso di dirlo. Ma è stato sempre così?

In realtà no. Spulciando vecchie foto di famiglia si possono trovare le prove del fatto che gli American Pit Bull Terrieri in origine erano utilizzati soprattutto per affiancare i bambini, grazie al loro carattere docile e per nulla aggressivo. A quell’epoca, infatti, erano i pastori tedeschi e i dobermann ad essere considerati i cani più pericolosi.

Se il Golden Retriver era il più docile di tutti, al secondo posto c’era sicuramente il Pitbull che a quei tempi non possedeva ancora quelle mandibole così potenti che oggi conosciamo. E allora come mai le cose sono cambiate così radicalmente? Come è facile intuirlo c’è stato lo zampino dell’essere umano che non ha fatto altro che selezionare gli esemplari più aggressivi e massicci per destinarli ai combattimenti o come cane da guardia.

Dunque un processo di selezione controllata che ha portato il Pitbull ad essere decisamente più pericoloso di come fosse in partenza. Purtroppo ci si deve rassegnare all’idea che gli uomini, oltre ad aver creato cose eccezionali, hanno anche il primato di essere gli organismi più violenti e pericoli della terra.

++Leggi anche: L’incredibile storia di Halle, il pitbull che non ha abbandonato il suo umano nell’incendio di casa

Oggi è considerata una razza pericolosa. Ma in passato i pitbull avevano un ruolo che vi stupirà

#1

2

#2

4

 

#3

5

 

#4

3

 

#5

1

 

#6

9

 

#7

10

 

#9

11

 

#10

7

 

#11

12

 

#12

8