“Non capivo perché descrivevano gli animali come angeli. Poi mia figlia si è ammalata di cancro e le hanno portato un gatto. Quando li ho visti insieme ho compreso…”

Kylie era una ragazzina felice e sorridente ma un giorno il cancro si è impossessato della sua vita e nonostante tutto il suo coraggio e la grande forza di volontà non ce l’ha fatta, il cancro ha vinto.

Una consolazione per la famiglia è quella di averla vista sorridere fino all’ultimo istante, grazie alla sua fedele gatta Eliza che l’ha accompagnata e non l’ha mai lasciata sola fino all’ultimo giorno di vita.

Robin Myers, la madre di Kylie ha detto:

“Ho sentito persone descrivere gli animali come degli angeli, non ho mai capito cosa volesse dire fino a quando Eliza non ha incontrato Kylie”.

Questa bellissima gatta, in precedenza chiamata Dolly, arrivò all’organizzazione di soccorso animale Angels Amount Us molto malata, era pelle e ossa e se non fosse stata aiutata sarebbe molto probabilmente morta di stenti.

“Riuscimmo a farla tornare in salute e l’unica cosa che stava aspettando era una casa per sempre quando abbiamo avuto una chiamata molto triste. Una bella ragazza di nome Kylie aveva il cancro e proprio quando avevano pensato che il trattamento avesse funzionato, la malattia tornò”, hanno confessato i volontari dell’organizzazione.

“La famiglia non aveva intenzione di adottare un gattino. In realtà, ci affrettammo a portare Dolly (Eliza ora) temporaneamente, solo perché potesse stare con Kylie durante i suoi ultimi giorni sulla terra “.

Quando Kylie vide la gattina per la prima volta, sul suo volto comparve un sorriso che illuminò la stanza, Eliza si accoccolò tra le sue braccia e non la lasciò per due giorni e mezzo.

Non l’abbandonava nemmeno quando alla piccola Kylie dovevano essere somministrati i farmaci tramite flebo, restava li rannicchiata sulla sua spalla a farle le fusa;

Racconta la mamma che le altre figlie hanno cercato di giocare con lei, ma la gatta dopo pochi attimi tornava subito sul letto per abbracciare la sua Kylie.

Robin ha detto:

“La gatta si è completamente dedicata ad amare Kylie, aveva questo scopo ed è stata una cosa bellissima da vedere”

Kylie sapeva che il suo tempo era agli sgoccioli e aveva dei piani per la sua amata Eliza e la sua famiglia, inizialmente si pensava che il gatto fosse arrivato a casa per accompagnare la bambina nei suoi ultimi giorni, ma in realtà quella era solo una piccola parte della sua missione.

Kylie pregò la sua famiglia di tenere Eliza per sempre con loro e di prendersi cura di lei, dopo la sua morte. Quando il nefasto giorno arrivò, la gatta, pienamente consapevole della situazione, ha, a suo modo, consolato la madre di Kylie, le si è acciambellata tra le sue braccia e le ha fatto le fusa quando l’ha sentita singhiozzare.

“Non ho mai avuto un animale domestico, in particolare un gatto che è così in sintonia con quello che ci serve.”


“Kylie mi ha detto di prendermi cura di Eliza, ma è come se avesse sussurrato a Eliza di prendersi cura di me.”

+++ Leggi anche: Usa, il gatto Morris entra in terapia intensiva per il sollievo dei pazienti più gravi +++