Cade nella neve e si fa male. Il suo cane lo veglia e lo riscalda per venti ore a -24 gradi

«Il mio cane Kelsey mi ha salvato la vita», racconta Bob, il proprietario, residente nel Michigan. La notte di Capodanno Bob era uscito di casa per cercare della legna, quando è caduto nella neve spaccandosi alcune vertebre del collo. E rimanendo paralizzato. Non riusciva a muoversi per chiedere aiuto, ed è stato in quel momento che è arrivata Kelsey, la sua Golden Retriever.

Il quattro zampe è rimasto accanto al proprietario tutta la notte, per oltre 20 ore, abbaiando più forte che poteva per segnalare a qualcuno la loro presenza. Fino a quando il loro vicino di casa, insospettito per gli abbai, si è avvicinato per vedere cosa stesse succedendo e ha chiamato immediatamente l’ambulanza.  

«Kelsey si è sdraiata accanto a me per scaldarmi – racconta Bob – mi ha leccato il viso e le mani per tenermi sveglio, e non si è mai allontanata dal punto nel quale ero caduto. Aveva capito che ero congelato, che avevo bisogno di lei, e che non potevo perdere i sensi». 

Bob è stato subito trasportato all’ospedale della città, dove è stato operato d’urgenza: «L’intervento è andato bene – spiegano i medici -: adesso dovrà iniziare la fisioterapia. Il recupero sarà ancora lungo, ma il paziente sta molto meglio». Oggi Bob vede il salvataggio del suo quattro zampe come un miracolo: «Non so se sarei sopravvissuto senza il mio cane – dice -. L’unica certezza è che sono vivo grazie a due eroi. La prima è Kelsey, che mi ha scaldato e ha chiesto aiuto al posto mio. Il secondo è il dottor Colen, che ha evitato che restassi paralizzato per sempre».

Fonte

+++ Leggi anche: Un uomo viene coinvolto in un incidente. Il modo in cui il cane si prende cura di lui è amorevole +++

*****AVVISO AI LETTORI******  

Le news del mondo animale di Post Virale le trovate su Facebook (clicca qui) e su Instagram (clicca qui) 

loading...