Abbellire il giardino in modo originale realizzando un laghetto

Curare l’estetica di un giardino è un’esigenza sempre più sentita: l’attenzione verso il design degli spazi esterni è cresciuta in modo consistente negli ultimi anni, sia perché i giardini sono intesi sempre più come dei contesti “abitabili”, e sia perché si sono introdotti tanti arredi di ultima generazione in grado di non risentire minimamente dell’azione usurante degli agenti climatici.

Se si vuol ottenere un risultato eccellente è importante progettare il giardino in maniera minuziosa senza lasciare nulla al caso; non desta stupore il fatto che, per poter rispondere al meglio a queste necessità sempre più comuni, siano nate delle nuove figure professionali.

Alcuni professionisti del settore hanno esperienza sia a livello di giardinaggio che di design, di conseguenza possono occuparsi con successo sia della progettazione che di tanti altri servizi di natura realizzativa; per avere un’idea della gamma di servizi di cui è oggi possibile fruire si può visitare http://www.codiferro.it/, sito Internet ufficiale del master gardener Tiziano Codiferro.

Se si sta cercando qualcosa di veramente originale per il proprio giardino si può pensare di realizzare un laghetto artificiale, in modo da ricreare un angolo rilassante e dall’aspetto fortemente decorativo.

L’acquisto della vasca-laghetto

Per realizzare un laghetto è utile anzitutto installare la vasca che andrà a contenere l’acqua, e una delle soluzioni più efficienti è sicuramente quella di acquistare un’apposita vasca-laghetto, facilmente reperibile in commercio; articoli come questi sono ideali per essere interrati, e in questo modo si riesce a ricreare un colpo d’occhio molto armonioso e naturale.

L’ideale è realizzare un laghetto dalla capienza di almeno 200 litri; varianti più piccole, oltre ad essere meno semplici da gestire, sono meno confortevoli per i pesci che verranno ospitati.

La scelta del filtro

Un laghetto può ospitare sia dei pesci che delle piante acquatiche, di conseguenza è necessario ricreare un ambiente che sappia rivelarsi ideale per tutti gli organismi viventi in questione, e in tale ottica è determinante acquistare ed installare un buon filtro.

Il filtro ha la preziosissima funzione di depurare l’acqua, e affinché possa funzionare non bisogna fare altro che collegarlo ad una presa di corrente, pulirlo e provvedere al cambio dei materiali filtranti con la dovuta periodicità.

Nel momento in cui si sceglie il filtro è importante accertarsi che la sua potenza sia commisurata al suo litraggio, e questo dato, di norma, è indicato in modo molto chiaro sulla confezione; per un laghetto inoltre è preferibile optare per un filtro esterno, molto più semplice da pulire e decisamente più adatto ad una vasca di questo tipo.

Avviare correttamente il laghetto

Affinché l’acqua risulti più piacevole ai pesci, dunque affinché si sviluppi un habitat naturale funzionale alla vita delle piante e degli animali acquatici, può essere utile adoperare degli appositi biocondizionatori, ovvero dei prodotti di natura organica che vanno semplicemente inseriti nell’acqua nelle quantità indicate.

È sicuramente una buona prassi quella di attendere almeno un paio di settimane prima di aggiungere i pesci: in questo lasso di tempo, infatti, si può verificare che non ci siano problemi e soprattutto si può fare in modo che i filtri sviluppino quelle quantità di batteri necessarie per realizzare un impeccabile biotopo.

Quali pesci si possono allevare in un laghetto

Come si può ben immaginare, in un laghetto non si possono ospitare i medesimi pesci che si potrebbero allevare in un acquario domestico, dal momento che le temperature dell’acqua sono inevitabilmente condizionate dal clima.

Per un laghetto è indispensabile scegliere dei pesci d’acqua fredda, quindi dei pesci che in natura vivono, appunto, in stagni e laghetti, e che non temono le temperature rigide.

Si possono acquistare dunque i classici pesci rossi, animali diffusissimi che si prestano al meglio ad essere allevati in questo modo, allo stesso modo sono degli ottimi pesci da laghetto le carpe koi, dei pesci molto affascinanti i grado di raggiungere dimensioni notevoli.

Esistono anche altre specie di pesci che potrebbero essere allevate nei laghetti, ma le due menzionate sono quelle più facilmente individuabili in commercio, nonché quelle più semplici da gestire.

Rivolgendosi ad un negozio di acquari ed affini si possono richiedere dei suggerimenti anche per quel che riguarda le piante acquatiche, e sono delle varianti particolarmente gettonate le bellissime piante galleggianti.

Ovviamente la realizzazione di un laghetto non va intesa come un mero elemento decorativo: nel momento in cui si adottano degli animali domestici, come possono essere appunto dei pesci d’acqua fredda, è necessario dedicar loro le dovute cure ed attenzioni, per quanto si tratti di animali oggettivamente più semplici da gestire rispetto a un cane o ad un gatto.

0
0
0
Total
0
Leggi altro:
14 Paesaggi famosi fotografati da un’angolazione diversa. Le foto vi faranno riflettere

Chiudi