A 12 anni ha le prime mestruazioni a scuola: la maestra la sgrida, lei si suicida

La tragedia è avvenuta a Palayamkottai Town, nel Sud dell’India. La piccola ha sporcato i vestiti e la sedia col sangue mestruale. La sua insegnante non l’ha presa bene e l’ha ripresa duramente davanti ai compagni di scuola. Quello stesso giorno, a casa sua, la ragazzina si è lanciata nel vuoto.

Una storia amara e inquietante quella che arriva dall’India. La protagonista è una bambina di 12 anni che si è trovato a fare i conti con i primi segni dello sviluppo: le mestruazioni, che le sono arrivate in classe, per la prima volta, durante una lezione. Inevitabile, la piccola ha sporcato i vestiti e la sedia col sangue.

Non sarebbe nulla di grave, è un incidente che può capitare. Ma evidentemente non sarebbe dovuto succedere, secondo la maestra della ragazzina: quest’ultima, infatti, l’ha sgridata davanti a tutti i compagni, umiliandola. 

La piccola, traumatizzata, una volta arrivata a casa si è lanciata nel vuoto dal terrazzo del suo vicino.

A 12 anni ha le prime mestruazioni a scuola: la maestra la sgrida, lei si suicida

La tragedia è avvenuta a Palayamkottai Town, nel distretto di Tirunelveli, nel Sud del Paese. I genitori, disperati, hanno poi trovato una lettera dove la loro amata figlia spiegava le ragioni del folle gesto.

“Fino ad oggi non ero mai stata sgridata, perché la maestra mi ha urlato così?”, le parole della piccola. Come evidenzia il Daily Mail, la polizia ha aperto un’inchiesta sulla drammatica e ora sta ascoltando tutte le persone vicine alla giovanissima vittima, inclusa l’insegnante. Non è ancora chiaro se la donna sia stata messa sotto indagine.

Nei giorni subito successivi al suicidio un gruppo di genitori avrebbe deciso di manifestare contro la maestra (della quale i media indiani non hanno diffuso le generalità) nella zona vicino alla scuola della bimba. Proteste roventi che hanno costretto la polizia ad intervenire per portare la situazione alla calma.

Fonte